itenfrderues
 
 

Questo forum è soggetto a moderazione postuma dei messaggi, pertanto ogni utente si assume la responsabilità di quanto scrive. Lo staff ha la facoltà di rimuovere qualsiasi contenuto considerato inadatto. Per ulteriori informazioni: Regolamento del Forum

La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Cerca nel forum

Avatar di Beatrice
Beatrice
Amministratore | 16324 post
Amministratore

06/12/2017 11:56
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Mi sembra doveroso parlarne... cosa ne pensate?

Moltissimi atleti russi, tra cui praticamente tutte le ginnaste e allenatrici russe che seguo, stanno manifestando sui social il loro disappunto per le decisioni prese.

Per chi non fosse aggiornato cito la Gazzetta:

La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

L’esecutivo del Comitato Olimpico internazionale ha sospeso il comitato russo. Niente Giochi Invernali il prossimo febbraio, niente inno ma solo partecipazione neutrale con l’insegna OAR. Squalificato a vita il vice premier Mutko. C’è attesa per la presa di posizione di Putin di domani: possibile un boicottaggio totale. Bach: "La Russia non innalzi muri"

Il comitato olimpico russo è sospeso con effetto immediato. E’ la decisione (attesa, ma ugualmente storica) assunta dall’Esecutivo del Cio e annunciata dal presidente Thomas Bach in vista dell’Olimpiade invernale di PyeongChang del febbraio prossimo. E’ l’effetto del caso Sochi 2014 e delle tante malefatte in materia di doping da parte delle federazioni di Mosca. La decisione, è evidente, ha enormi implicazioni politiche.

PARTECIPAZIONE — Un certo numero di atleti (difficile ora da quantificare) potrà comunque presente ai Giochi sudcoreani. Toccherà a un pannello composto da membri di organizzazioni collegate al Cio stesso e guidato dalla francese Valerie Fourneyron invitare coloro che verranno ritenuti "puliti". Ma a questo punto non è escluso il boicottaggio. Perché le accuse, emerse da ultimo nel report Schmid, le cui conclusioni sono state pubblicate solo nelle scorse ore, sono pesantissime. E le condizioni di partecipazione severe. La decisione finale spetterà a Vladimir Putin, domani atteso a un intervento in diretta tv su tutto il territorio nazionale. Prevarrà la volontà di salvaguardare i propri atleti puliti o la volontà, di fronte al proprio popolo, di non accettare orgogliosamente le decisioni del Cio?

NEUTRALI — Gli eventuali invitati a PyeongChang non dovranno comunque mai essere stati squalificati. Nel conto andranno considerati anche gli atleti di sport di squadra (hockey ghiaccio, curling) o di discipline individuali che comprendono gare a squadre e staffette. Tutti, però, parteciperanno da neutrali, sotto l’acronimo OAR, cioè "Olympic Athlete from Russia" ("Atleti olimpici russi"), senza bandiera, senza inno (in entrambi i casi sarà utilizzato quello olimpico) e con divise anonime. Senza possibilità di entrare nel medagliere. Tante altre le limitazioni. Nessun dirigente della delegazione di Sochi sarà invitato. Idem per gli allenatori o i medici di atleti coinvolti in vicende di doping.

CONSEGUENZE — Sarà sempre il Cio a decidere quali potranno essere gli accompagnatori, i giudici o gli arbitri eventualmente presenti. Non ci saranno accreditati del ministero dello sport e saranno esclusi Vitaly Mutko, ai tempi di Sochi ministro dello Sport e ora vice premier e l’allora suo vice Yuri Nagornykh. Dmitry Chernyshenko, leader del comitato organizzatore di Sochi, sarà escluso dalla commissione di coordinamento di Pechino 2022 e Alexander Zhukov, presidente del comitato olimpico russo, perderà la carica di membro Cio. L’ente da lui diretto dovrà anche versare una "multa" da 15 milioni di dollari, cifra che verrà devoluta alla lotta mondiale al doping.

FUTURO — "I boicottaggi – dice Bach — non hanno mai dato alcun risultati ed attuandolo la Russia negherebbe ai propri atleti puliti l’esperienza di un’Olimpiade. Della vicenda, naturalmente, non ho mai direttamente parlato con Putin, ma qui si tratta di capire se si vuole gettare un ponte verso il futuro o innalzare muri". Con anche la Coppa del Mondo di calcio del prossimo anno proprio in Russia alle porte (Mutko è il presidente del comitato organizzatore), per lo sport mondiale si preannunciano altri periodi burrascosi.

Fonte: www.gazzetta.it/Sport-Vari/05-12-2017/do...ale-2409098578.shtml

Avatar di Smilla
Smilla
Frequentatore | 60 post
Frequentatore

06/12/2017 13:10
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Per me c'e' dell'altro dietro. Bisogna considerare le attuali tensioni politche tra Nord Corea filo russa e Sud Corea filo americana. Queste Olimpiadi invernali in arrivo potrebbero essere una bomba a orologeria per quanto riguarda un eventuale guerra contro Kim Jong-un.

Avatar di ForzaYana05
ForzaYana05
Utente master | 1475 post
Utente master

06/12/2017 15:40
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Avatar di Edoardo
Edoardo
Frequentatore | 34 post
Frequentatore

06/12/2017 16:05
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

So che la giustizia sportiva è diversa e ha altri "valori", ma secondo me non si dovrebbe prescindere lo stesso da un sacrosanto principio che è quello in base al quale "la responsabilità è personale". Ciascuno è responsabile solo delle proprie azioni e nessuno può essere punito per un fatto che sia stato commesso da altri. Punizioni collettive, sono, quindi, a mio avviso, al quanto immorali. In questo caso la punizione risiederebbe essenzialmente nel fatto che l'atleta russo pulito, che potrà partecipare alle olimpiadi, non potrà avere l'onore, l'orgoglio e la soddisfazione di poter rappresentare la propria Nazione o per lo meno - se questi fatti sono veri - la parte onesta di quello Stato.


Piace a: paolaginnasta, BlueLife
Avatar di Ettore
Ettore
Utente esperto | 1029 post
Utente esperto

06/12/2017 17:02
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Un po' ho seguito la vicenda negli ultimi anni... da Sochi ad oggi (in realtà da moooolto più tempo) non è cambiato praticamente niente. Le menti pensanti sono sempre quelle, i sistemi sempre quelli... i risultati richiesti e i sistemi per arrivarci sempre quelli e sempre in spregio alle regole. Anche in questo sport, l'abbiamo letto tutti durante le interviste con i media di casa, tutte le ginnaste dicono sempre: non importa cosa succede, l'importante è che la Russia vinca.

Altra questione riguarda la mancata divisione tra atleti puliti e non, con un evidente danno per i primi.
In molti sport il doping non serve a "correre di più" ma al recupero veloce da un infortunio, per fare un esempio, quindi la differenza tra un atleta dopato e uno pulito può essere dovuta anche solo alla fortuna: nessun infortunio grave= minore necessità di ricorrere a soluzioni sbrigative.
Questo perchè è stato evidenziato da molti atleti che in pratica per lo sportivo non c'era la possibilità di scelta: il medico ti fornisce un prodotto, e tu lo assumi. Punto.
Da qui la mancata divisione tra atleti puliti e non: essendo tutti sotto la stessa autorità e non avendo -di fatto- possibilità di scelta... sono come soldati al fronte: la responsabilità è del generale, ma pagano i fanti.
L'esempio del mildronato, dato a TUTTI gli atleti di possibile interesse fin dall'infanzia, serve solo ad evidenziare che il marcio è agli apici del movimento, con poche responsabilità degli sportivi. Anche le altre sostanze (vietate da molto più tempo) venivano gestite dagli staff, e gli atleti le assumevano.
Inoltre c'è la questione della mancata denuncia (la vicenda Kostner insegna). La maggior parte degli atleti, anche puliti, sono uomini e donne che conoscono l'ambiente in cui vivono e, per dirla in parole povere, non potevano non sapere.

Altro aspetto che mi ha lasciato sorpreso è che questo sistema non riguarda solo gli sport in cui girano i soldi: perfino per gli atleti paralimpici seguivano gli stessi ragionamenti. Vincere ad ogni costo. E a volte, mi si perdoni il giudizio un po' tranchant, è necessario vincere anche andando oltre la salute degli sportivi, anche fisica e mentale.

"Non è giusto, non è giusto"... e tutti gli atleti stranieri rimasti ingiustamente fuori dal podio? A volte una medaglia di livello vuol dire borse di studio, la possibilità di usufruire di attrezzature, ecc.


Piace a: pepenero, Iriskoch
Avatar di Edoardo
Edoardo
Frequentatore | 34 post
Frequentatore

06/12/2017 18:41
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Il fatto che dicano "non importa chi vinca tra di noi, l'importante è che venga innalzata la bandiera russa" non lo trovo affatto esemplificativo del cinismo e del disprezzo delle regole da parte della Russia; anzi, trovo che sia un comportamento molto patriottico (anche se è evidente, che siano stati proprio indottrinati a rispondere così; ma non c'è nulla di male ad essere educati al valore della patria...da noi chi parla di patria viene automaticamente associato ad un invasato).

Non ne avrei voluto parlare perché l'argomentazione attiene soltanto a miei sospetti e sensazioni non avvalorati da prove, e quindi restano chiacchiere (anche se un mio amico, pluri-campione del Mondo di apnea, me ne parlava sempre, e lui invece ne era convinto)...ma se è per questo, ho sempre avuto il timore che il problema di cui parli, Ettore, non riguardi soltanto la Russia che "agisce in spregio alle regole", bensì tutto il sistema sportivo mondiale. Io ho la sensazione che sostanze dopanti vengano fornite agli atleti spesso e volentieri a loro insaputa. Quindi concordo nel ritenere gli atleti le vere vittime di questo sistema in cui allenatori, medici, dirigenti sportivi e manager continuano a ragionare nelle modalità da te chiaramente esposte, stante la posta in gioco e gli interessi esistenti (v. sponsor etc.).
Ogni tanto viene fatto fuori qualcuno, divenuto scomodo...altre volte, però, è un'intera Nazione che è scomoda.

Avatar di Ettore
Ettore
Utente esperto | 1029 post
Utente esperto

06/12/2017 19:03
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

certo, non sono gli unici... ma è anche certo che siano indifendibili.
Qualche anno fa ero a Lignano quando hanno fermato un responsabile di un club di atletica giamaicano, dal quale mezza nazionale di velocisti (tra cui un ex primatista del mondo, Powell) prendeva ogni ben di Dio, e sono stati tutti puniti molto severamente. Tuttavia risultava chiaro che non era un "trucco" di tutta la nazione, ma di squadre private che commerciavano le varie sostanze, quindi la Giamaica non è stata punita, se non nell'immagine

Saltando di palo in frasca... la questione del "dottor" Nassar che... ha fatto quello che ha fatto fino a ieri l'altro: quanti dirigenti e addetti (dei club, delle varie università, della nazionale) sapevano, o sospettavano... e non hanno detto niente? Gente che tra gli addetti ai lavori è conosciuta e rispettata. Tolto lo schifo e la vergogna che deve toccare tutto il movimento, non c'è un disegno ministeriale dietro. Le colpe di mezza federazione americana sono immani e non potranno mai essere espiate... ma certamente non era "organizzato".
Perdonate l'OT

Avatar di lotty
lotty
Utente esperto | 1196 post
Utente esperto

06/12/2017 19:53
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Smilla ha scritto: Per me c'e' dell'altro dietro. Bisogna considerare le attuali tensioni politche tra Nord Corea filo russa e Sud Corea filo americana. Queste Olimpiadi invernali in arrivo potrebbero essere una bomba a orologeria per quanto riguarda un eventuale guerra contro Kim Jong-un.


A parte il fatto che la Corea del Nord non è "filo-russa" da un po' di tempo ma, attualmente, fa parte dei non allineati.
Ma poi la politica che diamine centra? É possibile che sempre inevitabilmente riescano a mescolare problematiche che con lo sport non centrano niente? A discapito degli atleti tra l'altro, che si impegnano tanto, sono loro a fare le figuracce, e magari non hanno fatto nulla ma vengono presi di mira lo stesso, ci tengo a sottolineare che di prove che costoro siano dopati non ce ne sono. Però qui la questione è un altra, a me non fregherebbe nulla se per esempio Evgenja Medvedeva dovesse gareggiare alle olimpiadi ma non sotto la bandiera russa, noi tifosi comunque la vediamo esibirsi, mi dispiace per loro però che ci tengono tanto a far si che "la bandiera russa sventoli" o che "venga innalzata la bandiera russa" o ancora "che non importa chi vince basta sia un atleta russo".
Cosí gli togli una cosa per loro molto importante e non mi sembra giusto, anche perché le olimpiadi hanno senso se ognuno rappresenta la propria nazione.

Avatar di Edoardo
Edoardo
Frequentatore | 34 post
Frequentatore

06/12/2017 20:03
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Comunque io spero che accettino di gareggiare, dopo tutti i sacrifici e il duro lavoro al quale si saranno sottoposti.
Poi se di cognome fai Medvedeva o hai il nome che finisce per "...ova", "...aia" "...ada"...tanto chi vogliamo prendere in giro!? Lo saprebbero tutti.

Io personalmente andrei per dimostrare di fatto di essere il più forte e di aver battuto tutti sul campo...e poi quando si tratterebbe di salire sul podio per ricevere la medaglia in qualità di "atleta olimpico" mi rifiuterei di farlo.
Temo però circa l'imparzialità delle giurie con questo retroscena.

Avatar di Smilla
Smilla
Frequentatore | 60 post
Frequentatore

06/12/2017 20:24
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Vedi sotto corretto

Avatar di Smilla
Smilla
Frequentatore | 60 post
Frequentatore

06/12/2017 20:24
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Lotty informati piu' approfonditamente prima di rispondere perche' la Russia e' da tempo politicamente nascosta (ma neanche tanto) alleata della Nord Corea e dell'Iran, che non sia d'accordo pubblicamente sulle ultime uscite del dittatore era ovvio, anche se con dichiarazioni piuttosto morbide, ma soprattutto chi pensi gli abbia fornito la tecnologia di cui dispone oggi eh? .... poi altro discoso se un atleta che rappresnta una nazione non rispetta le regole e' giusto che la nazione intera se ne assuma le responsabilita' e le conseguenze, visto anche che come dappertutto... oggi la politica e' scandalosamente dentro in ogni aspetto dove siano coinvolti relazioni internazionali e affari...

Avatar di Edoardo
Edoardo
Frequentatore | 34 post
Frequentatore

06/12/2017 20:56
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Innanzitutto un conto sono le alleanze, altra cosa semplici convergenze d'affari, intese strategiche o rapporti diplomatici. In genere Lo Statista a queste cose ci sta molto attento e pensa a coltivarli...poi, invece, ci sono certi soggetti come Ping Pong cicciobello, o certi zoticoni che dello statista hanno ben poco...e preferiscono alzare pericolosamente la tensione . In ogni caso nell'antichità, durante i Giochi olimpici tutte le ostilità cessavano...non vedo perché nell'epoca moderna la politica dovrebbe essere presente (nell'eventualità), tradendo così il vero spirito delle olimpiadi.
Approposito...

www.gazzetta.it/Sport-Invernali/06-12-20...re-24026077862.shtml

Avatar di lotty
lotty
Utente esperto | 1196 post
Utente esperto

08/12/2017 23:39
La Russia bandita dai Giochi olimpici invernali

Smilla ha scritto: Lotty informati piu' approfonditamente prima di rispondere perche' la Russia e' da tempo politicamente nascosta (ma neanche tanto) alleata della Nord Corea e dell'Iran, che non sia d'accordo pubblicamente sulle ultime uscite del dittatore era ovvio, anche se con dichiarazioni piuttosto morbide, ma soprattutto chi pensi gli abbia fornito la tecnologia di cui dispone oggi eh? .... poi altro discoso se un atleta che rappresnta una nazione non rispetta le regole e' giusto che la nazione intera se ne assuma le responsabilita' e le conseguenze, visto anche che come dappertutto... oggi la politica e' scandalosamente dentro in ogni aspetto dove siano coinvolti relazioni internazionali e affari...


Guarda io sono abbastanza informata, ma non m'interessa continuare una discussione del genere qui, per cui in bocca al lupo a tutti gli atleti che potranno partecipare e auguri.

Per scrivere sul forum devi essere iscritto: fai il login oppure registrati!

Beatrice Vivaldi

itenfrderues