Questo forum è soggetto a moderazione postuma dei messaggi, pertanto ogni utente si assume la responsabilità di quanto scrive. Lo staff ha la facoltà di rimuovere qualsiasi contenuto considerato inadatto. Per ulteriori informazioni: Regolamento del Forum

Abbandono precoce dell'attività agonistica

Cerca nel forum

13/01/2014 13:45 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321036
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Ecco altri due punti di vista molto interessanti. Grazie Albert e grazie Alyna. In effetti il discorso scarsità di gare può incidere in maniera determinante sulla motivazione delle atlete. Lavoro tanto tutti i giorni, sono piena di acciacchi fisici, non vedo mai i miei amici...e quali obiettivi agonistici ho????? Qui si sfiora il masochismo, allora! :woohoo:

13/01/2014 14:41 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321038
Avatar di mamoski
974 post
Utente esperto
mamoski
Utente esperto (974 post) Utente esperto

mi piace moltissimo questa discussione,è piena di spunti importanti su cui riflettere,grazie a Triskell per averla avviata.
Mi è dispiaciuto molto quando Oski ha deciso di smattere,per me,cuore di mamma,vederla gareggiare era sempre un momento magico,mi ha regalato tantissime emozioni, e vedere con quanto sacrificio e dedizione si allenava mi faceva sentire orgogliosa di lei.Certo,da parte della famiglia,i sacrifici ci sono stati,ma erano ampiamente ripagati dal vedere la propria figlia felicemente impegnata in qualcosa di bello come questo sport,che a livello di crescita personale le ha dato tantissimo(me l'hanno confermato anche le sue insegnanti che notano in lei una capacità organizzativa e una disciplina non comuni a questa età).
Nonostante questo negli ultimi tempi vedevo che questi sacrifici le andavano stretti:anche se è stata supportata dalle allenatrici che le hanno proposto di allenarsi meno intensamente pur di tenerla ancora in palestra,chiudendo non un occhio ma due quando non riusciva ad andare all'allenamento perché oberata di verifiche,finchè da piccina doveva rinunciare a giocare con le amichette o alle faste di compleanno non le pesava perché lei si divertiva di più in palestra,ma rinunciare ad interessi importanti per il suo futuro come stage ed altre attività extrascolastiche sembrava anche a me sbagliato.In fondo,la ginnastica le ha dato molto,ora lei deve lavorare per il suo futuro,e questo futuro,grazie al cielo,la ginnastica lo comprende ancora sotto altre forme.Così mi ritrovo ad emozionarmi alle gare delle più piccine e vedendo lei ,con le allenatrici,che le segue e le incoraggia a bordo pedana..... :wink:

13/01/2014 15:11 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321042
Avatar di kabaevafan
2552 post
Utente master
kabaevafan
Utente master (2552 post) Utente master

Se posso permettermi un parere esterno (non sono ginnasta o ex ginnasta) per me purche' la scelta sia consapevole, non dovrebbe costituire un problema. E non solo nella ritmica :)

Provo a spiegarmi meglio con qualche punto (scusatemi, sono una schematica "di natura"):
1. a un certo punto capisco che non saro' mai una kabaeva o una cantaluppi e che possibilita' concrete di migliorare piu' di tanto non ce ne sono... vuoi per limiti fisici (tipo di flessibilita' o altre cose cosi'), vuoi per infortuni da cui non ci si puo' riprendere totalmente, vuoi per mancanza "di testa" (ad esempio: non mi sento di tirare piu' di cosi'; mi piace ma come hobby: voglio fare un'altra professione; mi sono resa conto che piaceva piu' a mamma che a me);
2. mille cose bene non si possono fare e magari una si sente piu' portata per altro (cose nuove conosciute negli anni) ed e' giusto che si concentri per costruirsi un futuro professionale
3. mi piace, ma non cosi' tanto come una facolta' con obbligo di frequenza (corsi che prevedono laboratori, ecc). Ovviamente lascio la ritmica e mi preparo per fare nella vita, la professione preferita. (mica tutti vogliono scegliere l'universita' in base a come si concilia con la palestra...)

Diverso il discorso vorrei andare avanti ma... a questo punto sta ai genitori capire il momento di crisi e sostenere e aiutare nella scelta.

Scusate l'intrusione :P Lo sapete che sono chiacchierina :wink:

13/01/2014 16:39 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321051
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Bello leggere anche la testimonianza di Mamoski....quanto mi riconosco nelle tue parole! :(
Kabaevavan...qui non si tratta di farne o meno un problema. Si tratta di analizzare un fenomeno che è quasi unico nel panorama dello sport italiano. TUTTI e lo ripeto, TUTTI gli atleti di alto o medio livello italiani hanno problemi con la scuola. Purtroppo l'Italia non è organizzata per sostenere le due cose contemporaneamente (salvo rarissime eccezioni), ma in nessuno sport ci sono percentuali così elevate di abbandoni prima dei 18 anni. Lasciamo stare i casi a mio avviso "patologici" (ho avuto genitori che hanno fatto interrompere l'agonismo ai propri figli al passaggio dalle elementari alle medie!!!), sulla mia pelle vi dico che finire il liceo facendo sport ad alto livello è possibile. Certo non è indolore....una fatica tremenda!!! Ma giuro che tornerei indietro mille volte, per quanto quest'esperienza mi ha insegnato e per quanto mi è servita nella vita.

Se devo fare un bilancio di tutti gli interventi letti fino ad ora, dico che la situazione è legata ad una serie di fattori. Taluni legati alla scuola, altri alla famiglia, altri ancora al tipo di attività e all'organizzazione agonistica federale. Non una sola ragione, dunque, ma molteplici. Resta il fatto che l'Italia, a livello internazionale, porta in pedana delle ragazzine....Cantaluppi esclusa, naturalmente. E difficilmente riescono a competere con le migliori del mondo...non foss'altro che per la differenza di esperienza e maturità! Mi piacerebbe molto che a questa discussione intervenisse qualche tecnico o qualche responsabile federale: VE NE SIETE ACCORTI? E' TUTTO NORMALE? CI SONO MISURE E/O ACCORGIMENTI CHE SI POSSONO PRENDERE PER ARGINARE IL PROBLEMA? Questo è il secondo step di questo topic....Vi aspetto! :wink:

13/01/2014 17:45 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321055
Avatar di kabaevafan
2552 post
Utente master
kabaevafan
Utente master (2552 post) Utente master

Triskell solo due cose:
- mi riferivo ai soli casi in cui le motivazioni sono "dovute alla ginnasta" (decisioni personali e prese con convinzione), la tua preoccupazione rientra nel mio "vorrei continuare ma.." :). Poi sono una profana e davvero non sarei mai riuscita a fare uno sport ad alti livelli... per la verità a casa mia si tirava più sulle attività intellettuali (non mi viene un termine migliore..) che su quelle sportive.. onestamente mi sono intromessa per cercare di capire il punto di vista di chi sostiene "lo sport al primo posto". Curiosità di chi appartiene "all'altra parrocchia" :)
Nessun contraddittorio, vorrei solo conoscere un pochino un mondo nuovo :)
- le italiane non mi sembrano troppo più giovani delle altre... la squadra più giovane non è la russia? yana ha vinto i mondiali al primo anno da senior e anche tornando indietro... kanaeva campionessa olimpica a 18 anni... kabaeva campionessa europea a 15 e mondiale non mi ricordo più se a 15 o a 16. A livello individuale credo sia più questione "di scuola", che non di età.. (non è una critica, ma alcuni paesi hanno una preparazione più forte, probabilmente grazie ad una più radicata tradizione).

Comunque hai aperto un topic molto interessante! :)

PS: io sono d'accordo con elettra, comunque una cosa in comune ce l'abbiamo: sono "babbiona" pure io :wink: :P

13/01/2014 18:26 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321061
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

kabaevafan ha scritto: Triskell solo due cose:
- mi riferivo ai soli casi in cui le motivazioni sono "dovute alla ginnasta" (decisioni personali e prese con convinzione), la tua preoccupazione rientra nel mio "vorrei continuare ma.." :). Poi sono una profana e davvero non sarei mai riuscita a fare uno sport ad alti livelli... per la verità a casa mia si tirava più sulle attività intellettuali (non mi viene un termine migliore..) che su quelle sportive.. onestamente mi sono intromessa per cercare di capire il punto di vista di chi sostiene "lo sport al primo posto". Curiosità di chi appartiene "all'altra parrocchia" :)
Nessun contraddittorio, vorrei solo conoscere un pochino un mondo nuovo :)
- le italiane non mi sembrano troppo più giovani delle altre... la squadra più giovane non è la russia? yana ha vinto i mondiali al primo anno da senior e anche tornando indietro... kanaeva campionessa olimpica a 18 anni... kabaeva campionessa europea a 15 e mondiale non mi ricordo più se a 15 o a 16. A livello individuale credo sia più questione "di scuola", che non di età.. (non è una critica, ma alcuni paesi hanno una preparazione più forte, probabilmente grazie ad una più radicata tradizione).

Comunque hai aperto un topic molto interessante! :)

PS: io sono d'accordo con elettra, comunque una cosa in comune ce l'abbiamo: sono "babbiona" pure io :wink: :P


Babbione di tutto il mondo..unitevi! :P . Grazie per le precisazioni. Però io mi riferisco alla durata dellacarriera delle ginnaste iinternazionali, non tanto alla precocitá dei risultati di rilievo. A che età si sono ritirate le varie Bessonova, Godunko, Maximenko? Ecco. Questo intendevo. :wink:

13/01/2014 18:58 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321065
Avatar di kabaevafan
2552 post
Utente master
kabaevafan
Utente master (2552 post) Utente master

Scusami non avevo capito! è l'età :D

13/01/2014 19:14 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321066
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Ridiamoci su che è meglio! Grazie dei sorrisi Kabaevafan!

13/01/2014 19:23 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321067
Avatar di kabaevafan
2552 post
Utente master
kabaevafan
Utente master (2552 post) Utente master

:) :wink:

13/01/2014 21:40 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321086
Avatar di pupadanza
849 post
Utente
pupadanza
Utente (849 post) Utente

Mi aggrego e sostengo i pensieri di oski e Alyna.
Ho quasi 16 anni, l'attività agonistica e la scuola si fanno sentire e il corpo certe volte non ti segue per niente.
Io mi alleno ancora ma alcune volte penso come sarebbe la mia vita senza ritmica e allenamenti... io credo che non ce la farei a lasciare questo mondo!
La stanchezza è un altro elemento che non manca mai e anche a me la bilancia chiama. Abito in un paese quindi per arrivare a scuola tutte le mattine mi sveglio preso per prendere l'autobus e andare a scuola, lo stesso al ritorno. Il viaggio casa-scuola/scuola-casa dura circa 45 minuti quindi arrivo a casa giusto in tempo per mangiare quello che mi è permesso e filare nella mia stanza a studiare. Frequento il secondo anno di un liceo linguistico e fra vocaboli da imparare e lezioni da ripetere riesco quasi sempre a finire prima di andare ad allenamento dato che nei giorni in cui non ne ho riesco sempre ad anticiparmi qualcosa.
Mi ripetono ormai tutti che il terzo anno è il più difficile quindi non oso pensare quello che mi aspetterà l'anno prossimo.
Studiare quando torni da allenamento è una cosa difficilissima appunto io riesco solo a cenare e andare a letto.
Molte volte gli amici, i parenti e i miei genitori mi chiedono il perché io continui ancora e io una risposta ce l'ho ed è sempre quella, non l'ho mai cambiata: "Perché mi piace, perché in palestra ci vivo".
Tutto questo è vero, i sacrifici da affrontare sono tanti (le uscite con gli amici che saltano, i giorni d'estate passati in palestra anziché a mare) ma io a 16 anni non mi sono ancora ''stancata'' della ritmica.
E' vero, il mio corpo molte volte mi impedisce di fare tanto anche perché la mia mobilità articolare non è mai stata tanta quindi figuriamoci ora.
Però posso assicurarvi che a confronto torno più contenta a casa dopo un pomeriggio di potenziamento muscolare che dopo un pomeriggio passato con gli amici.
Da minorenne che sono dovrei anche aspettare per diventare allenatrice o giudice(cosa che farò immediatamente appena raggiungerò la maggiore età) quindi non riuscirei ancora a seguire questo mondo al di fuori dal ruolo di ginnasta.
Valuto molti aspetti(sarei meno stanca, potrei mangiare di più, potrei fare i compiti con più tranquillità) ma valuto anche che ancora, oltre la ritmica, non ho trovato niente che mi riesca a strappare un sorriso sempre.
Ringrazio sempre i miei genitori perché non mi hanno mai spinto a gareggiare o ad andare ad allenamento ma che hanno sempre gioito con me per le mie vittorie e ringrazio sempre la mia allenatrice che non mi ha mai costretta a fare qualcosa ma che mi ha sempre fatto capire che se qualcosa si doveva fare era solo per il mio bene.
I miei livelli non sono eccezionali, non ho allenamenti tutti i giorni ma lo Stato alle ginnaste della nazionale dovrebbe offrire delle agevolazioni perché è vero si che "siamo tutti uguali" ma una ragazza che non pratica nessuno sport non svolge la vita piena di allenamenti di una di loro.

13/01/2014 21:51 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321090
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Ho aperto questo topic spinta dalla curiosità...e mi ritrovo commossa a leggere tante storie meravigliise. Ma che ragazze abbiamo??? Splendida Pupadanza, capace di riempire della sua passione questo spazio. Stupenda Oski, che non si arrende e trasforma in energia positiva ciò che tocca. Beh ragazze...complimenti a voi e a tutte le migliaia di giovani donne come voi, perché nessuno potrà mai fermarvi nella vita! E complimenti ai vostri genitori e alle vostre allenatrici....se l'obiettivo numero uno dello sport è quello di aiutare a crescere con valori sani, allora è MISSIONE COMPIUTA!

13/01/2014 22:02 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321094
Avatar di pupadanza
849 post
Utente
pupadanza
Utente (849 post) Utente

Io sono davvero contenta di condividere la mia storia con voi! :lol:
L'ultima cosa che aggiungo è che qualunque decisione voi prendiate, che sia quella di continuare o di lasciare la ritmica, usate il cervello e valutate tutti i cambiamenti(positivi o negativi che siano) che questa scelta potrebbe portarvi :wink:

14/01/2014 00:30 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321103
Avatar di Shebale
2113 post
Collaboratore
Shebale
Collaboratore (2113 post) Collaboratore

Hai ragione Triskell! E' commuovente leggere queste storie! E io vi ringrazio di condividere certi aspetti anche personali della vostra vita quotidiana da ginnaste! :wink:

14/01/2014 15:32 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321141
Avatar di val.men
112 post
Utente
val.men
Utente (112 post) Utente

Splendido topic, molto molto molto utile e significativo. Spinge a tante riflessioni, tutte positive qualunque sia la decisione finale di ogni ragazza. Perché fa capire che se si continua è una conquista quotidiana, se si lascia ti resta comunque dentro un grande insegnamento di vita. Complimenti a chi ha dato vita e alimentato questo topic.

14/01/2014 15:59 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #321143
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

:P

11/02/2015 00:17 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #338514
Avatar di ludo89
33 post
Frequentatore
ludo89
Frequentatore (33 post) Frequentatore

condivido a pieno qsta lettera ,mi pento ogni giorno di aver lasciato lo sport e rinunciato a tante cose per motivi superabili tradendo le mie passioni

11/02/2015 10:50 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #338518
Avatar di STELLA*
11 post
Nuovo iscritto
STELLA*
Nuovo iscritto (11 post) Nuovo iscritto

E' molto bello ed interessante quello che scrivi Triskell. Grazie per il tuo aiuto :P

15/04/2015 08:02 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342340
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Un articolo fresco fresco della Gazzetta per rispolverare un annoso problema...anche di questo sport.



www.gazzetta.it/Fitness/06-03-2013/i-ragazzi-abban...1722.shtml

15/04/2015 10:44 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342343
Avatar di Fabiola
452 post
Utente
Fabiola
Utente (452 post) Utente

Questo articolo non mi sembra centrare quali siano i veri problemi che inducono all'abbandono. O, comunque, fornisce motivazioni valide per altri sport.
Nella ginnastica, ritmica e artistica, il problema è che l'agonismo è collocato in età precoce. Il che comporta che bambine e bambini di otto, dieci, dodici anni trascorrano la loro esistenza in palestra, ore ed ore tutti i giorni, spesso anche il sabato e la domenica, per non parlare dell'estate, avendo pochissimo tempo per le cose "normali" dei bambini della loro età, come giocare, andare al cinema, andare alle feste di compleanno, ma soprattutto STUDIARE con tutti i crismi seduti a una scrivania e non durante i trasferimenti in auto o nello spogliatoio della palestra. Si aggiungano i regimi alimentari spesso imposti da allenatrici e da genitori compiacenti che portano praticamente molte bambine a stare a dieta permanente e a dover fare rinunce per anni. Non c'è da stupirsi che bambine e ragazze anche dotate e promettenti si stufino. Bisogna chiedersi se sia veramente necessario tenere una bambina o una ragazza in palestra per sei, otto, dieci ore al giorno o se non sia il caso di mettersi a studiare dei metodi di allenamento più efficienti che permettano di ottenere il risultato in meno tempo e di lasciar vivere una vita quanto più simile possibile a quella dei bambini e ragazzi della sua età

15/04/2015 13:37 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342350
Avatar di Iriskoch
510 post
Utente
Iriskoch
Utente (510 post) Utente

Quoto le parole di Fabiola! E volevo aggiungere anche se ci sta ad palestra 3-4 ore quasi tutti i giorni e poi ad un campionato tipo categoria, ( prendo il agonismo pieno di GR in Italia,) e poi certe bambine arrivano ultime, non è' bello n'è per bambine, n'è per genitori, ne per allenatrice! Perciò i genitori parlano a casa, con allenatrice con la propria figlia e sta a decidere loro se continuare comunque, oppure continuare con i campionati più semplici oppure abbandonare la ginnastica e dedicarsi ad un altra o di più attività non agonistica - tanto per divertirsi! E purtroppo la GR o qualsiasi altro sport agonistico c'è poco da divertirsi e troppo da lavoro veramente durissimo già d'età di 8 anni, altrimenti già ora guarda quantità di bambini di 1-2 fascia e poi junior 1 fascia meno di metà, e senior max 5 per una regione !!!!

15/04/2015 14:13 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342354
Avatar di mamoski
974 post
Utente esperto
mamoski
Utente esperto (974 post) Utente esperto

a due anni di distanza dall'abbandono dell'agonismo di Giada,sono contenta della scelta che ha fatto.
Preciso che, finchè ha frequentato, l'ha fatto volentieri lei ed eravamo molto felici noi genitori,in fondo lei da bambina preferiva la palestra ai giochi tipici dell'età,quindi non le pesava,anzi!e sicuramente aver praticato sport ad un certo livello le ha giovato sia fisicamente che emotivamente.
Ha però scelto il momento giusto per smettere,aveva 8 anni di lavoro alle spalle,e da allora ha potuto dedicarsi ad un sacco di attività,in buona parte correlate alla ginnastica,che la stanno formando caratterialmente ma anche come curriculum per un futuro,visto che ha deciso di frequentare la facoltà di scienze motorie.
Credo che ogni atleta debba capire quando è il momento di dire basta,purchè questa scelta avvenga in modo sereno.

15/04/2015 14:20 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342355
Avatar di Sejren
144 post
Utente
Sejren
Utente (144 post) Utente

Leggendo gli ultimi due commenti, mi chiedo se ci stiamo dimenticando che si parla di sport, e sport agonistico.

Il problema non è arrivare ultime, a meno che non vogliamo togliere le classifiche e quindi trasformare la ginnastica in non-sport; e nemmeno i metodi di allenamento, in continua evoluzione e oggetto di ricerca costante. Il problema è semmai la mancanza di mentalità sportiva, che ci fa fantasticare di gare in cui nessuna arriva ultima (o chiunque tranne noi) e metodi miracolosi per ottenere risultati senza fatica.

Il tutto poi ovviamente dovrebbe portare, per magia, ad avere individualiste italiane nelle prime 10 al mondo (come si chiede in un altro topic) :)

15/04/2015 14:26 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342356
Avatar di Maria
307 post
Utente
Maria
Utente (307 post) Utente

Quoto.
Guardando le classifiche mondiali non vedo le ragazze che si dedicano allo sport con poche ore ma con dei metodi miracolosi. In Italia non esistono (quasi) le palestre con possibilità di avere doppio allenamento al giorno. Il sistema non ti permette di averlo con orario scolastico e così ci troviamo a fare la scelta : sport o scuola e la seconda prevale (giustamente) in molti casi.

15/04/2015 15:52 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342358
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

La scuola e i problemi ad essa correlati costituiscono spesso la ragione numero 1 per abbandonare qualunque attività agonistica in Italia. L'articolo che vi ho proposto, Fabiola, certamente fa un'analisi generica e non mirata sulla ginnastica ritmica, ma quando si parla di "agonistmo esasperato fin da giovanissimi" si fa riferimento proprio a quegli sport in cui si inizia a fare sul serio sin dagli 8 anni o anche prima. E con "fare sul serio" intendo allenarsi più di 4 volte alla settimana, per più di 2 ore alla volta.....Il giornalista parla anche di "L’illusione preclusa di divenire dei campioni" e anche qui io rivedo molto di quanto succede in questo sport, fatto di test severissimi sia fisici che tecnici e di "classifiche corte", che spesso scoraggiano sia atlete che genitori, perché non sempre i sacrifici pagano. Se leggi bene l'articolo Fabiola, vedrai che di spunti su cui riflettere ce ne sono molti.....Io, comunque, quoto il 99% di qunto dici. Mia figlia ha smesso quest'anno: è decisamente più serena e va molto meglio a scuola, ma sono certa che le manca l'adrenalina della pedana e il fascino della competizione. Perché è un'agonista nata e ora sta cercando altrove gli stessi stimoli.... :P

15/04/2015 15:59 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342359
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Per finire...poi giuro che non vi stresso più, vi invito a rileggere l'ultimo paragrafo:

Per prevenire l’abbandono — E’ stato ampiamente dimostrato che esasperare l’attività agonistica in età precoce, da non confondersi con un avviamento precoce all’attività motoria e al gioco, è la strada sbagliata, quella che con maggiori probabilità porta al “drop out”. Per evitare che ciò accada si deve affrontare il problema alla radice. “All’inizio si deve far giocare il bambino allo sport – prosegue Mondoni – e non fargli praticare lo sport. Gli allenamenti devono essere divertenti, interessanti, didatticamente validi, con obiettivi legati all’età e al livello di maturazione di ciascuno. L’allenatore non deve essere un leader autoritario, ma autorevole, non deve essere troppo permissivo, ma empatico, motivatore, stimolatore, entusiasta. Deve potere instaurare con i ragazzi un dialogo sincero e creare un clima di gruppo positivo, in cui si respiri aria di collaborazione, fiducia, sostegno e stima reciproca. Infine, i genitori, pur essendo assolutamente indispensabili nell’organizzazione pratica delle giornate dei propri figli, devono interferire il meno possibile, evitando di esercitare pressioni e di riversare su di loro eccessive aspettative”.


Bene...Quante di voi conoscono allenatrici, palestre, squadre e atmosfere come quelle cui si auspica qui???? :woohoo:

15/04/2015 18:25 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342366
Avatar di Fabiola
452 post
Utente
Fabiola
Utente (452 post) Utente

Io non ho parlato di risultati. Anche se diventasse una campionessa del mondo, non riterrei comunque giusto che una bambina avesse trascorso la sua infanzia dentro una palestra senza poter giocare con i coetanei, andare a una festa di compleanno, senza poter mangiare un gelato in santa pace e soprattutto dedicando alla scuola un tempo residuale.
Non sto parlando di raggiungere i risultati senza far fatica, ma lo sport non deve essere un campo di concentramento.
E i metodi di allenamento SONO il problema, non è vero affatto che si fa ricerca, nessuno ha provato a sperimentare degli allenamenti non estensivi, si va tutti nella stessa direzione perché si pensa che sia l'unica possibile, anzi quando qualcuno ha redatto e proposto del materiale scientifico in merito non è stato neanche letto.

15/04/2015 20:02 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342367
Avatar di Triskell
415 post
Utente
Triskell
Utente (415 post) Utente

Quoto al 100%

15/04/2015 21:11 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342372
Avatar di Maria
307 post
Utente
Maria
Utente (307 post) Utente

Non poter mangiare un gelato in santa pace è brutto, sono d'accordo. Ma vedere le ginnaste agoniste a world cup a mangiare popcorn con le quantità industriale è peggio.

15/04/2015 22:14 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342374
Avatar di Alis
329 post
Utente
Alis
Utente (329 post) Utente

Secondo me bisogna distinguere giustamente tra agonismo e non agonismo perché l'età nella quale si smette varia molto. Vi parlo da ex ginnasta e allenatrice, per quanto riguarda l'agonismo le ragazzine sono "stressate" dall'età di 6-7 anni dove si iniziano a fare allenamenti di 3-4 sedute alla settimana. Per me le soluzioni sono:
1) innalzare l'età delle fasce. Es allieve 1 fascia a 9 invece che ad 8 e così via in modo tale da allungare il periodo di sport non più fino a 16 ma 20 ad esempio..aumentando però il gap con i paesi dell'est.
2)fare allenamenti mirati ossia più intensi ma più brevi ma servono più istruttrici, più spazi, più soldi poiché significa fare allenamenti per singole ginnaste o piccoli gruppi 4 Max.
Se parliamo di trovare la nuova campionessa..le bimbe futuribili si vedono subito..ma sono pochissime! 1,2 se va bene per società, con altre 3-4 magari ci si può scommettere ma poi basta. Le altre non sono da agonismo e sarebbe ingiusto spremerle inutilmente e privarle della loro gioventu. Solo a quelle prescelte si chiederà di fare una vita più "stressata" se le bimbe e soprattutto i genitori sono disposti a sostenerla.

15/04/2015 22:15 · Abbandono precoce dell'attività agonistica... Abbandono precoce dell'attività agonistica #342375
Avatar di Fabiola
452 post
Utente
Fabiola
Utente (452 post) Utente

Perché è brutto? Perché una bambina o ragazza ogni tanto non dovrebbe concedersi delle sane schifezze? Che poi i popcorn sono fatti di mais e sale, quindi non sono neanche tanto schifezze, peggio le merendine che hanno i conservanti.
Non dico che un bambino debba mangiare porcherie tutti i giorni, e questo a prescindere dal fatto che faccia ginnastica o meno, ma non si può stare sempre con il fucile puntato sul cibo. Ho visto bambine affrontare intere giornate di allenamento con due fette di prosciutto! Questo significa affamarle e sarebbe da denuncia ai servizi sociali! Tra l'altro una di queste bambine, per disperazione e non per altro povera creatura, rubava il cibo dalle borse delle compagne nello spogliatoio!

Per scrivere sul forum devi essere iscritto: fai il login oppure registrati!

Beatrice Vivaldi

itenfrderues