Attenzione: questo mese lo staff del sito è in vacanza! Il forum continuerà a funzionare ma risponderemo a eventuali richieste solo a fine mese.

Questo forum è soggetto a moderazione postuma dei messaggi, pertanto ogni utente si assume la responsabilità di quanto scrive. Lo staff ha la facoltà di rimuovere qualsiasi contenuto considerato inadatto. Per ulteriori informazioni: Regolamento del Forum

Scandalo nella nazionale cilena

Cerca nel forum

10/05/2019 13:40 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408761
Avatar di Filosena
2476 post
Utente master
Filosena
Utente master (2476 post) Utente master

www.facebook.com/854771514540640/posts/2915728738444897/

Scusate, non sapevo dove postarlo...certo è orribile, aberrante, ma noi siamo del tutto esenti da questi fenomeni? Siamo anche noi completamente innocenti, anche se per anni una ginnasta della nostra nazionale ha dovuto ricevere insulti, auguri di morte, e assistere a compagne che svengono dalla, fatica inerme? Scusate per la riflessione, ma questo episodi, oltre a disgustarmi, mi fanno riflettere...

10/05/2019 15:54 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408764
Avatar di Ailith
407 post
Utente
Ailith
Utente (407 post) Utente

Il fatto sarebbe grave in qualsiasi nazione di qualunque livello, ma a maggior ragione, che motivo c'è di accanirsi su ginnaste del Chile che comunque al momento sono in coda alla classifica e non hanno grandi possibilita' essendo il loro paese indietro con la ritmica? Boh io non capisco.


Piace a: Filosena
10/05/2019 21:52 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408773
Avatar di camyyy
688 post
Utente
camyyy
Utente (688 post) Utente

Io capisco la severità che va benissimo, ma questa è violenza e uno sport non deve certo dare questo insegnamento
Si sente sempre più parlare di questi episodi nel mondo della ritmica, pensiamo alla nazionale israeliana. Io mi auguro non sia la prassi ad alti livelli


Piace a: Filosena
10/05/2019 22:12 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408778
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Allenatrice bulgara...
Caso Israele a parte, tutti gli scandali maggiori riguardanti abusi chissà perchè ma sempre legati alla Bulgaria...


Piace a: Filosena
10/05/2019 22:35 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408779
Avatar di camyyy
688 post
Utente
camyyy
Utente (688 post) Utente

Ah si? Io sapevo solo quello della ginnasta che aveva tentato il suicidio, ma non era legato a violenze da come so...

10/05/2019 23:21 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408781
Avatar di Filosena
2476 post
Utente master
Filosena
Utente master (2476 post) Utente master

camyyy ha scritto: Ah si? Io sapevo solo quello della ginnasta che aveva tentato il suicidio, ma non era legato a violenze da come so...

La, violenza non è solo fisica, quella psicologica é ancora più pericolosa.
Non per dire, ma in meno di 3 anni per 3 volte ci sono stati scandali nella federazione bulgara, facciamoci qualche domanda...
Anche se ammetto che ho paura che tutte federazione big in misure diverse abbiano avute episodi simili, cambia come sai nascondere i tuoi scheletri nell'armadio...

11/05/2019 01:00 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408786
Avatar di Ailith
407 post
Utente
Ailith
Utente (407 post) Utente

Quale ginnasta della squadra italiana era stata insultata eccetera? se si puó sapere...

11/05/2019 02:20 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408787
Avatar di Filosena
2476 post
Utente master
Filosena
Utente master (2476 post) Utente master

Marta pagnini ne parla nel suo libro, in un punto racconta di come una sua compagna di squadra riserva come lei era svenuta e nonostante le implorazioni di fare una pausa non furono sentite... Come racconta di come involontariamente durante l'esercizio delle 5 funi una compagna le avvolse la fune attorno al collo, probabilmente non in modo delicato... L'allentrice In questione auguró praticamente la morte a Marta.. Non faccio il nome per non essere accusata di diffamazione, lo dico solo per far pensare ad un attimo che anche nella squadra italiana non tutto è stato rosa e fiori, si parla di anni fa eh, e nel libro Marta nel quadriennio 2013/2016 non ha mai più parlato di problemi simili, però, mi ha fatto riflettere... L'episodio ABBERANTE nei confronti di questa povera ragazzina cilena è un episodio isolato nel mondo della ginnastica? L'orco è solo la federazione bulgara o ve ne sono altre?
Quanto noi stessi Italiani possiamo assicurarci di non essere mai stati ai loro livelli di disumanita? Non che riesca immaginare una Spela o una Julieta trattare i modo disgustoso una ragazzina, loro 2 sono le ultime persone secondo me capaci di una cosa del genere.. Mi ha fatto rabbrividire la parte in cui si racconta di come fosse cacciata dall'hotel perché sorpresa a prendere un dolcetto... I danni nei confronti del l'autostima di questa cilena non oso immaginare quanto siano grossi, e come hai detto tu, nemmeno fa parte di una federazione con una buona tradizione della, ginnastica ritmica

11/05/2019 14:32 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408813
Avatar di Rebecca07
16 post
Nuovo iscritto
Rebecca07
Nuovo iscritto (16 post) Nuovo iscritto

Scusate ma è scritto in inglese e non capisco molto, cosa è successo??

11/05/2019 15:58 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408817
Avatar di Kalinka
1509 post
Utente master
Kalinka
Utente master (1509 post) Utente master

Filosena ha scritto: L'orco è solo la federazione bulgara o ve ne sono altre?

Sicuramente ve ne sono altre, la Russia in primis: ricordo le numerose scene di "Over the limit" in cui la Mamun veniva trattata malissimo e insultata sia da Viner sia da Zaripova (Amina era un po' più gentile, ma anche lei le dava della stupida e altro), e nello stesso documentario Yana diceva che quando il nastro le si attaccava addosso le veniva detto che il motivo era che lei era troppo grassa. E non è un segreto che, come in Cile, anche in Russia le ginnaste possano mangiare ben poco e non possano nemmeno bere quanto vogliono in allenamento ("perché bere acqua le appesantisce").
E se questi episodi (leggermente meno gravi di quelli verificatisi in Cile, ma comunque non si tratta di cose da poco) sono accaduti di fronte a una telecamera, io mi chiedo cos'altro venga detto o fatto alle ginnaste della nazionale russa quando nessuno può vederlo. :|

Inoltre purtroppo casi di maltrattamento nei confronti delle ginnaste accadono anche a livelli dilettantistici (a uno dei quali ho purtroppo assistito in prima persona e che non credo dimenticherò facilmente), dunque non c'è da meravigliarsi se questo sia accaduto in una nazione "minore" come il Cile.

Credo che purtroppo nella ginnastica ritmica (così come nel pattinaggio artistico o nella danza) sia più probabile che in altri sport il verificarsi di episodi di denutrizione o di punizioni eccessive per uno "sgarro" nella dieta (il tentativo della ginnasta cilena di mangiare una caramella, a dire il vero, credo non possa neanche essere chiamato sgarro), sia perché è uno sport dove effettivamente il controllo del peso è molto importante, sia perché si tratta di una disciplina anche estetica oltre che tecnica. E il problema è che probabilmente c'è molta ignoranza da parte delle allenatrici riguardo alimentazione e nutrizione. :S

11/05/2019 16:11 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408819
Avatar di Ailith
407 post
Utente
Ailith
Utente (407 post) Utente

Sempre in Russia il famoso video della squadra dove una ginnasta sbaglia un lancio e l'allenatrice le tira una ciabatta, la ginnasta la evita e scappa, e parte un altra ciabatta. Poi bisogna vedere il contesto, magari era meno ''serio'' di quanto possa sembrare.

Pero' mi sembra che i casi di Israele e Bulgaria siano molto piu gravi della Russia, Mamun veniva insultata, ma lei non era esattamente un angelo nemmeno, molte volte sembrava non ascoltasse si girasse e facesse finta di nulla quando veniva rimproverata, o si allenava "svogliata", o quando alle prove di Rio butta il nastro violentemente per terra ecc ecc. Non dico che gli insulti siano giusti, ma se la mia allenatrice mi videochiama da un letto di ospedale per vedere l'esercizio e mi comporto' cosi, farebbe incavolare anche un santo.

11/05/2019 17:04 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408820
Avatar di Filosena
2476 post
Utente master
Filosena
Utente master (2476 post) Utente master

Ailith ha scritto: Sempre in Russia il famoso video della squadra dove una ginnasta sbaglia un lancio e l'allenatrice le tira una ciabatta, la ginnasta la evita e scappa, e parte un altra ciabatta. Poi bisogna vedere il contesto, magari era meno ''serio'' di quanto possa sembrare.

Pero' mi sembra che i casi di Israele e Bulgaria siano molto piu gravi della Russia, Mamun veniva insultata, ma lei non era esattamente un angelo nemmeno, molte volte sembrava non ascoltasse si girasse e facesse finta di nulla quando veniva rimproverata, o si allenava "svogliata", o quando alle prove di Rio butta il nastro violentemente per terra ecc ecc. Non dico che gli insulti siano giusti, ma se la mia allenatrice mi videochiama da un letto di ospedale per vedere l'esercizio e mi comporto' cosi, farebbe incavolare anche un santo.


A parte che mi sembra un commento copiato da quelli su Facebook, le parole sono le identiche, solo tradotte in italiano .. Ma dire che Mamun non fosse un angelo.. Secondo te meritava di essere chiamata Vacca, "donna di facili costumi", che le si dicesse di pensare a suo padre morente per fare un esercizio? Non è che non ascoltasse per hobby, cerca di attapparsi metaforicamente le orecchie per non soccombere.Entrambi i casi ninsono tollerabili punto.

Anzi, su Facebook gli stessi bulgari commentavano dicendo che pesavano che questi metodi fossero antichi, usati negli anni 80', e infatti la stessa Neshka Robeva qualche anno fa aveva messo di alzare le mani contro le sue ginnaste, e di usare metodi alquanto discutibile, la stessa Panova ne parla a quanto pare nel suo libro,sebbene gl episodi recentici facciano dubitare che siano mai cessati..

Ma implicare che Mamun se le cercasse, questo no, lei, come questa povera ragazza cilena, non meritano questo trattamento


Piace a: Kalinka, Gibson232
11/05/2019 17:58 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408822
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Il discorso del non bere acqua durante gli allenamenti, per quanto riguarda la Russia, è smentito varie volte sempre nel documentario di Rita: la vediamo spesso andare alla bottiglietta d'acqua, non tanto per dissetarsi ma proprio per "staccare" un attimo magari da un rimprovero o una discussione; però se lo fa vuol dire che non le è vietato farlo, quindi credo che ovviamente non le venga consigliato di bere 2 litri d'acqua durante l'allenamento, ma idratarsi la bocca ogni tanto sì.

Mamun non era "svogliata" durante gli allenamenti; la Viner stessa in varie interviste PRIMA del documentario (si parla degli anni 2013-2014, quindi non nell'anno pre-olimpico e olimpico) aveva sempre definito Rita "un angelo" (letteralmente), appunto perchè non rispondeva mai, non urlava mai, ma accettava le critiche e non era arrogante. E' ovvio che nell'anno olimpico la tensione è ancora più alta, i rimproveri aumentano e il fatto che Rita risponda alle critiche di Zaripova è normale, poichè loro due, come dice Amina stessa, "sono sulla stessa barca" in quanto sono entrambe preda dei rimproveri di Viner, e ovviamente fra loro non c'è il rapporto autoritario che c'è con Viner, ma un rapporto molto più materno. La stessa Zaripova invita Mamun a rispondere a Viner durante i rimproveri, perchè ormai ha più di vent'anni e non può sempre difenderla sempre la sua allenatrice (tutte cose che si vedono nel documentario).
Voglio ben vedere comunque dopo ore e ore di allenamenti estenuanti e di insulti chi non getterebbe la bacchetta a terra e se ne andasse a "respirare" un attimo... Probabilmente quella reazione era proprio di Rita, perchè se ci fosse stata qualcun'altra avrebbe anche sbottato e risposto per le rime alla madama. Quindi il rispetto di Rita nei confronti di Viner io l'ho sempre visto, anche nelle situazioni più estreme.

La questione "ciabatta"... Io l'ho sempre visto come un video abbastanza scherzoso, altrimenti non sarebbe stato diffuso. D'altronde sono scene che si vedono quotidianamente non solo in una palestra ma pure al campo sportivo di calcio sottocasa, quindi adesso non che è ogni volta che un allenatore ha una reazione davanti a qualche atteggiamento di uno o una atleta deve per forza essere una violenza.

Ma in questo caso cileno, mi sembra che la questione sia molto diversa e più grave, visto che a mobilitarsi sono stati i genitori delle atlete, che magari non avevano la possibilità di contattare casa perchè "punite" e quindi col cellulare sequestrato. Se un'atleta poi arriva a necessitare di un ricovero coatto per il pericolo di tendenze suicide io credo che quella sia la prova certa di un abuso perpetuato nel tempo. Non è possibile chiedere a delle atlete che non hanno nessuna cultura dello sport pari a quella delle squadre d'elite di allenarsi 6/7 ore al giorno (e magari hanno la scuola e nessun programma studiato in particolare per atlete che devono impegnarsi per tante ore), dieta ultraferrea che magari peggiora nei casi la squadra renda sotto le aspettative dell'allenatrice (che in questo caso mi sembrano di partenza spropositate visto il calibro della squadra), e punizioni senza senso vista la mancanza di una colpa. Qui ci vedo solo la mania di grandezza di un'allenatrice a cui vista la provenienza hanno dato in mano una squadra mediocre sperando di alzare il livello con un metodo di allenamento bulgaro e che invece ha pensato bene di trattare il Cile come se fosse la Bulgaria e pretendendo gli stessi risultati.


Piace a: Filosena
11/05/2019 19:30 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408827
Avatar di Kalinka
1509 post
Utente master
Kalinka
Utente master (1509 post) Utente master

MysticJC ha scritto: Il discorso del non bere acqua durante gli allenamenti, per quanto riguarda la Russia, è smentito varie volte sempre nel documentario di Rita: la vediamo spesso andare alla bottiglietta d'acqua, non tanto per dissetarsi ma proprio per "staccare" un attimo magari da un rimprovero o una discussione; però se lo fa vuol dire che non le è vietato farlo, quindi credo che ovviamente non le venga consigliato di bere 2 litri d'acqua durante l'allenamento, ma idratarsi la bocca ogni tanto sì.

E infatti a me sembra che in "Over the limit" il livello dell'acqua della bottiglietta sia sempre lo stesso, perché appunto Rita più che "bere" si inumidisce la bocca.

In ogni caso nel documentario "Winner Takes it All: Pain and Gain of Russian Rhythmic Gymnasts" su Youtube (che allego sotto come spoiler) c'è un pezzo a partire da 12:45 in cui Yulia Sinitsina dice:
"Anche 300 grammi sono visibili sul corpo di una ginnasta. La mia allenatrice Marina Govorova riesce a vedere se aumento di 100 grammi. Irina Viner vede anche di più! La soluzione è limitare quello che mangi: il massimo è un uovo per pranzo, e un piccolo pezzo di carne o pesce bollito. Ed è proibito bere durante l'allenamento, perché tutto il peso che hai perso ti tornerà con un sorso d'acqua".

Nello stesso video, a 4:27, la Kabaeva racconta di quando la Viner le ha detto che le avrebbe permesso di allenarsi con lei solo alla condizione che perdesse 3 kg in 3 giorni. Se non sbaglio all'epoca la Kabaeva aveva circa 10 anni.

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Quindi ok, almeno non si tratta di episodi di violenza fisica (come nel caso del Cile), però sicuramente anche in Russia non c'è molto rispetto per la salute fisica delle atlete. Poi affermare che un aumento di 300 grammi è visibile secondo me prova solo che sono talmente ossessionate dal peso da sentirsi in colpa oltre misura se "ingrassano" di un paio di etti, o addirittura di soli 100 grammi (certo, come se fosse possibile vedere un aumento di 100 grammi a occhio nudo).


Piace a: Filosena
11/05/2019 20:28 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408830
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Kalinka ha scritto:

MysticJC ha scritto: Il discorso del non bere acqua durante gli allenamenti, per quanto riguarda la Russia, è smentito varie volte sempre nel documentario di Rita: la vediamo spesso andare alla bottiglietta d'acqua, non tanto per dissetarsi ma proprio per "staccare" un attimo magari da un rimprovero o una discussione; però se lo fa vuol dire che non le è vietato farlo, quindi credo che ovviamente non le venga consigliato di bere 2 litri d'acqua durante l'allenamento, ma idratarsi la bocca ogni tanto sì.

E infatti a me sembra che in "Over the limit" il livello dell'acqua della bottiglietta sia sempre lo stesso, perché appunto Rita più che "bere" si inumidisce la bocca.

In ogni caso nel documentario "Winner Takes it All: Pain and Gain of Russian Rhythmic Gymnasts" su Youtube (che allego sotto come spoiler) c'è un pezzo a partire da 12:45 in cui Yulia Sinitsina dice:
"Anche 300 grammi sono visibili sul corpo di una ginnasta. La mia allenatrice Marina Govorova riesce a vedere se aumento di 100 grammi. Irina Viner vede anche di più! La soluzione è limitare quello che mangi: il massimo è un uovo per pranzo, e un piccolo pezzo di carne o pesce bollito. Ed è proibito bere durante l'allenamento, perché tutto il peso che hai perso ti tornerà con un sorso d'acqua".

Nello stesso video, a 4:27, la Kabaeva racconta di quando la Viner le ha detto che le avrebbe permesso di allenarsi con lei solo alla condizione che perdesse 3 kg in 3 giorni. Se non sbaglio all'epoca la Kabaeva aveva circa 10 anni.

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Quindi ok, almeno non si tratta di episodi di violenza fisica (come nel caso del Cile), però sicuramente anche in Russia non c'è molto rispetto per la salute fisica delle atlete. Poi affermare che un aumento di 300 grammi è visibile secondo me prova solo che sono talmente ossessionate dal peso da sentirsi in colpa oltre misura se "ingrassano" di un paio di etti, o addirittura di soli 100 grammi (certo, come se fosse possibile vedere un aumento di 100 grammi a occhio nudo).

E' lo stesso documentario a cui mi riferivo io in cui Viner parla di Rita come di un angelo.
Caso Kabaeva: io credo davvero che negli anni di Kabaeva Viner fosse molto peggio di adesso in quanto a disciplina. Credo che l'apertura del centro e l'avere medici e specialisti a disposizione le abbia un po' aperto gli occhi sulla gestione fisica di una ginnasta, e sia un po' migliorata. La ginnastica stessa è migliorata, proponendo una varietà di fisici molto diversi rispetto agli scheletri di fine anni '90 - inizio anni 2000.
Le parole di Sinitsina, come si vede dal filmato, sono un po' di "scena". Già al momento del documentario non era più considerata una ginnasta di punta, e se notate bene i suoi pezzi montati sono molto più "cinematografici" rispetto a quelli delle altre. Cosa voglio dire: voglio dire che in questo documentario mi pare quasi che Julia stia facendo più l'attrice che la ginnasta (alla fine la sua carriera era già avviata verso quello), e il "drama" del documentario era incentrato sulla questione del suo peso, quando alla fine non era neanche considerabile come quarta ginnasta all'epoca, quindi ci starebbe anche un bel "chissenefrega". Ma è la figlia dell'assistente di Viner, ha sempre avuto un certo "favoritismo" (fino a un certo punto) e pur di farla andare in tv penso abbiano un po' esagerato la sua condizione di ginnasta in lotta con il suo peso per arrivare al top! (infatti dopo il documentario è sparita dalla ginnastica, LOL).
E poi Sinitsina non era fuori peso di 300 gr, era decisamente sopra il suo peso ideale, e non è il sorso d'acqua che fa la differenza, ma, come Titova stessa dice nel medesimo documentario, la sua poca forza di volontà davanti al cibo. Sinitsina non aveva nè l'autocontrollo nè la testa per essere una ginnasta d'elite, quindi non parliamone come se fosse stata bullizzata perchè mangiava, sicuramente era ed è una ragazza normopeso, ma non rientrava nei canoni di peso stabiliti dallo staff medico russo per allenarsi a lungo termine evitando infortuni.

Il "bagnarsi le labbra" durante gli allenamenti, è inteso come un sorso d'acqua. Non credo possano bere ad esempio una bottiglietta tutta d'un fiato, perchè gonfierebbe la pancia e renderebbe difficile l'esecuzione di alcuni elementi, ma il limite è solo quello. Non muoiono di sete così e non si gonfiano d'acqua allo stesso tempo.

Per quanto riguarda il peso, ti dico solo che Rizatdinova ha ammesso che si pesava 3 volte al giorno. Soprattutto scuole che lavorano molto sugli elementi di corpo e passano molto tempo a esercitarsi su quello e a ripulire le linee, credo che le variazioni di peso, anche minimali, siano fondamentali da evitare. Quindi sicuramente Ucraina e Russia sono tra i paesi con le linee più lavorate, e sicuramente sono i paesi che hanno più controllo sul peso (sulla Bielorussia davvero non si sente niente sul metodo dall'allenamento, ma dalle recenti dichiarazioni di Charkashyna direi che pure lì la situazione è allo stesso livello in quanto a severità). D'altronde lo fanno per evitare infortuni alle ginnaste, e passati magari gli anni difficili dell'adolescenza in cui si è un po' ribelli e la pubertà porta ad avere più fame, notiamo spesso ginnaste over 20 che si autogestiscono senza problemi la dieta avendo acquisito un certo senso di responsabilità e di conoscenza del proprio corpo.


Piace a: ArgentoPiombo
11/05/2019 20:39 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408832
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Kalinka ha scritto:
Quindi ok, almeno non si tratta di episodi di violenza fisica (come nel caso del Cile), però sicuramente anche in Russia non c'è molto rispetto per la salute fisica delle atlete. Poi affermare che un aumento di 300 grammi è visibile secondo me prova solo che sono talmente ossessionate dal peso da sentirsi in colpa oltre misura se "ingrassano" di un paio di etti, o addirittura di soli 100 grammi (certo, come se fosse possibile vedere un aumento di 100 grammi a occhio nudo).

Guarda, finora la Russia non ha avuto casi di gente che si voleva ammazzare, ha una psicologa professionista che segue le atlete costantemente (cosa che non ho visto in nessun altra squadra, o di cui almeno io non ne sono a conoscenza) e può in qualsiasi momento avvertire un disagio psicologico legato alle ristrettezze e severità degli allenamenti. Inoltre Viner si è sempre presa carico di tutte le spese mediche legate alla cura delle atlete, anche quelle non legate alla ginnastica e non legate al ritorno dell'atleta stessa (vedi caso Bliznyuk) e non le manda dal medico sotto casa, ma nei migliori centri specializzati. Insomma, direi che rispetto ad anni fa, dove era tutto molto più "sovietico" e tutto molto meno alla luce del sole, il fatto che ci sia molta più esposizione mediatica e coi social abbia giovato alla gestione delle atlete, che secondo me si allenano in un ambiente più ideale e non così opprimente e schiavizzante come poteva essere anni fa.


Piace a: BlueLife, ArgentoPiombo
11/05/2019 21:01 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408835
Avatar di Filosena
2476 post
Utente master
Filosena
Utente master (2476 post) Utente master

MysticJC ha scritto:

Kalinka ha scritto:
Quindi ok, almeno non si tratta di episodi di violenza fisica (come nel caso del Cile), però sicuramente anche in Russia non c'è molto rispetto per la salute fisica delle atlete. Poi affermare che un aumento di 300 grammi è visibile secondo me prova solo che sono talmente ossessionate dal peso da sentirsi in colpa oltre misura se "ingrassano" di un paio di etti, o addirittura di soli 100 grammi (certo, come se fosse possibile vedere un aumento di 100 grammi a occhio nudo).

Guarda, finora la Russia non ha avuto casi di gente che si voleva ammazzare, ha una psicologa professionista che segue le atlete costantemente (cosa che non ho visto in nessun altra squadra, o di cui almeno io non ne sono a conoscenza) e può in qualsiasi momento avvertire un disagio psicologico legato alle ristrettezze e severità degli allenamenti. Inoltre Viner si è sempre presa carico di tutte le spese mediche legate alla cura delle atlete, anche quelle non legate alla ginnastica e non legate al ritorno dell'atleta stessa (vedi caso Bliznyuk) e non le manda dal medico sotto casa, ma nei migliori centri specializzati. Insomma, direi che rispetto ad anni fa, dove era tutto molto più "sovietico" e tutto molto meno alla luce del sole, il fatto che ci sia molta più esposizione mediatica e coi social abbia giovato alla gestione delle atlete, che secondo me si allenano in un ambiente più ideale e non così opprimente e schiavizzante come poteva essere anni fa.


L'ossessione per il peso è anche in Casa Russa, la stessa Kanaeva racconta di come per dimagrire primadelle olimpiadi beveva solo the verde... Anche se ho sempre avuto la sensazione che la Viner si sia relativamente ammorbidita nel quadriennio 2013/2016, altrimenti una Mamun, che no ha assolutamente ilfisco canonico perfetto, anzi, non sarebbe stata scelta per rappresentare la Russia a Rio.
A differenza della Bulgaria, come si è già detto, hanno una psicologa professionista che segue le atlete, e senza offesa, la tutela per la salute psichica a volte mi sembra ancora minore in Bulgaria che in Russia.

In alcune pagine gli stessi bulgari parlavano dell'exploit italiano negli ultimi mondiali, e di come la differenza fosse una preparazione anche di testa, e qualcuno raccontava di come aveva assitito dal vivo la preprazione psicologica del nostro team, ritenuta da quella persona migliore della loro.

E il colmo è che sembra non abbiano imparato dopo il tristissimo episodio del 2016, hanno allontanato Neshka Robeva perché accusata di metodi troppo duri, ma loro non solo meglio


Ah una nuova notizia a quanto pare il gruppo del Cile era iscritto per i campionati juniores, ora non più.. A farci le spese sempre i più deboli

11/05/2019 22:26 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408839
Avatar di Ailith
407 post
Utente
Ailith
Utente (407 post) Utente

@Filosena non ho capito cosa intendi con il commento di facebook, che oltretutto è pure il mio....

Non dico che Mamun si meritasse gli insulti, come ho gia scritto, ma non mi è piaciuto il suo atteggiamento un po' passivo aggressivo, io l'ho interpretato cosi. Per quanto Viner si esprima a malo modo, si è comunque sbattuta dal letto dell'ospedale per controllarle l'esercizio in videochiamata, chi glielo faceva fare?

Comunque Viner si sa come è, ma poi alla fine alla salute delle ginnaste secondo me ci tiene, altrimenti non si sarebbe arrabbiata con le Averina quando hanno mentito sullo stare male... Oppure quando ha dato un ultimatum a Soldatova e invece rieccola qua a gareggiare. Dell'interpretazione dell'esercizio sulla tragedia, non penso lo abbia detto con cattiveria.

Perlomeno non sbatte fuori nessuna per antipatia, come le Derugina, che ne hanno fatto di schifezze mi spiace, che meglio farsi chiamare vacca che subire plagi psicologici, ripicche in gare ecc ecc, a ginnaste della tua stessa nazione

Io ancora ho i miei dubbi invece sulla ginnasta bulgara che tento' il suicidio, e sulla quale la federazione ha fatto silenzio.

11/05/2019 22:31 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408840
Avatar di ArgentoPiombo
273 post
Utente
ArgentoPiombo
Utente (273 post) Utente

Quando sei un atleta di altissimo livello, di qualsiasi sport, ovviamente ti devi aspettare un trattamento duro, se non riesci a sopportarlo mentalmente non puoi fare parte dell'elite. In questo sport in particolare riguarda il monitoraggio del peso, l'allenamento costante ecc.
La Russia che in questo eccelle ha infatti delle ginnaste che sono dotate e con un'ottima tenuta mentale (tutte le ginnaste russe infatti parlano della Viner come della propria madre, lei è durissima quando serve, ma poi ti elogia se dai tutto quello che puoi a questo sport). Tutt'altra cosa sono episodi come questo invece che arrivano alla violenza

12/05/2019 00:54 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408844
Avatar di Niclani
34 post
Frequentatore
Niclani
Frequentatore (34 post) Frequentatore

Purtroppo alcune allenatrici senza scrupoli trattano alla stessa maniera di come sono state trattate da bambine, le proprie ginnaste. Come spesso succede con bambini maltrattati che da adulti compiono sui piccoli quello che hanno subito.
Io credo sia, in primis, ignoranza profonda e poi mancanza di amore nei confronti di chi si ha per le mani.
Diventa semplicemente un lavoro, muovere dei burattini, senza pensare che sono prima persone, esseri umani e poi anche futuribilmente atlete.
Certo portare un’atleta giovane a pensare e provare il suicidio e’ abominevole e ingiustificabile... un reato da perseguire!
ma quanti soprusi minori ma comunque soprusi, hanno dovuto sopportare tante ginnaste delle nazionali o delle società di élite di tutto il mondo, inclusa casa nostra?
Parlo di vessazioni psicologiche, esagerate restrizioni alimentari, allenamenti massacranti indipendentemente dalle reali condizioni di salute ( ernie, fratture, stati di anoressia, assunzione di doping dato sottobanco)
Pensate che le allenatrici e il loro staff non siano al corrente di questi stati di salute e di queste metodologie? Sono tutti al corrente, l’obiettivo è sfornare il campione, poi chi se ne frega se a 30 i 40 anni sono paragonabili a sessantenni e passeranno la vita a riabilitarsi da psicologi, ortopedici e fisioterapisti .

Il nostro sport e’ povero, le atlete di alto livello non sono considerate delle professioniste..
,dal punto di vista economico, non monetizzano, non hanno media e sponsor che le foraggiano, non giovano di grandi cure ed attenzioni.
Prendiamo l’esempio di un calciatore di serie B/A: ha , uno staff completo a sua disposizione, per assisterlo da ogni punto di vista...
Le nostre grandi atlete sono minorenni o poco più che maggiorenni, vivono lontano dalle famiglie e il loro principale riferimento e’ la tecnica che passa con loro 3/6 ore giornaliere
Se la tecnica è sana di mente, ben venga.
Se la ginnasta sarà dotata e fortunata con la salute, farà il suo felice percorso agonistico..

Se la tecnica e’ spietata, capace di indurre sudditanza psicologica e la ginnasta e’ debole mentalmente, ovviamente la tecnica potrà plagiare a suo piacimento la ginnasta.
Insegnarle a mangiare meno possibile, insegnarle a non rispondere e reagire agli insulti, indurla anche ad assumere doping.

Tutto dipende dall’umanita’ e serietà del tecnico in questione.

Una bambina a 8-9-10 anni candidata a diventare un’atleta di alto livello e’ predisposta a fare grandi sacrifici e spesso, purtroppo, si affida ciecamente a tecniche che appaiono brave..
genitori vigilate!
Non e’ tutto marcio, ma sappiate che il marcio esiste e va cautamente evitato!
Informatevi e decidete se ne vale la pena o se vale la pena fare qualche chilometro più e portare la propria figlia in un’altra società!
Esistono tecniche brave .. esistono tecniche apparentemente brave, capici di costruire buoni esercizi, che sono spietate, pronte a indurre all’anoressia, pronte a spezzare le schiene delle vostre figlie per un podio!
Riflettete cari genitori!
Fate i genitori e scegliete voi il meglio per le vostre figlie, interessatevi dell’ambiente che frequenta. La palestra non diventi un parcheggio e parlate con le vostre bambine.

12/05/2019 01:25 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408845
Avatar di giovannalamora
223 post
Utente
giovannalamora
Utente (223 post) Utente

Niclani ha scritto: Purtroppo alcune allenatrici senza scrupoli trattano alla stessa maniera di come sono state trattate da bambine, le proprie ginnaste. Come spesso succede con bambini maltrattati che da adulti compiono sui piccoli quello che hanno subito.
Io credo sia, in primis, ignoranza profonda e poi mancanza di amore nei confronti di chi si ha per le mani.
Diventa semplicemente un lavoro, muovere dei burattini, senza pensare che sono prima persone, esseri umani e poi anche futuribilmente atlete.
Certo portare un’atleta giovane a pensare e provare il suicidio e’ abominevole e ingiustificabile... un reato da perseguire!
ma quanti soprusi minori ma comunque soprusi, hanno dovuto sopportare tante ginnaste delle nazionali o delle società di élite di tutto il mondo, inclusa casa nostra?
Parlo di vessazioni psicologiche, esagerate restrizioni alimentari, allenamenti massacranti indipendentemente dalle reali condizioni di salute ( ernie, fratture, stati di anoressia, assunzione di doping dato sottobanco)
Pensate che le allenatrici e il loro staff non siano al corrente di questi stati di salute e di queste metodologie? Sono tutti al corrente, l’obiettivo è sfornare il campione, poi chi se ne frega se a 30 i 40 anni sono paragonabili a sessantenni e passeranno la vita a riabilitarsi da psicologi, ortopedici e fisioterapisti .

Il nostro sport e’ povero, le atlete di alto livello non sono considerate delle professioniste..
,dal punto di vista economico, non monetizzano, non hanno media e sponsor che le foraggiano, non giovano di grandi cure ed attenzioni.
Prendiamo l’esempio di un calciatore di serie B/A: ha , uno staff completo a sua disposizione, per assisterlo da ogni punto di vista...
Le nostre grandi atlete sono minorenni o poco più che maggiorenni, vivono lontano dalle famiglie e il loro principale riferimento e’ la tecnica che passa con loro 3/6 ore giornaliere
Se la tecnica è sana di mente, ben venga.
Se la ginnasta sarà dotata e fortunata con la salute, farà il suo felice percorso agonistico..

Se la tecnica e’ spietata, capace di indurre sudditanza psicologica e la ginnasta e’ debole mentalmente, ovviamente la tecnica potrà plagiare a suo piacimento la ginnasta.
Insegnarle a mangiare meno possibile, insegnarle a non rispondere e reagire agli insulti, indurla anche ad assumere doping.

Tutto dipende dall’umanita’ e serietà del tecnico in questione.

Una bambina a 8-9-10 anni candidata a diventare un’atleta di alto livello e’ predisposta a fare grandi sacrifici e spesso, purtroppo, si affida ciecamente a tecniche che appaiono brave..
genitori vigilate!
Non e’ tutto marcio, ma sappiate che il marcio esiste e va cautamente evitato!
Informatevi e decidete se ne vale la pena o se vale la pena fare qualche chilometro più e portare la propria figlia in un’altra società!
Esistono tecniche brave .. esistono tecniche apparentemente brave, capici di costruire buoni esercizi, che sono spietate, pronte a indurre all’anoressia, pronte a spezzare le schiene delle vostre figlie per un podio!
Riflettete cari genitori!
Fate i genitori e scegliete voi il meglio per le vostre figlie, interessatevi dell’ambiente che frequenta. La palestra non diventi un parcheggio e parlate con le vostre bambine.


Ma che cavolo di messaggio è ? A parte che in tutti gli sport professionistici l'alimentazione corretta è alla base, ma descrivere questo mondo come se fosse formato da streghe assetate di potere e senza scrupoli mi sembra una forzatura.


Piace a: ArgentoPiombo
12/05/2019 14:37 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408854
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Sempre per il discorso "è proibito bere durante gli allenamenti"... Ricordavo di aver visto questo video, andarlo a ritrovare è stata un'impresa, ma ce l'ho fatta! XD


E in più le Averina sponsorizzano pure un brand di acqua sul loro Instagram, insomma per dire che il discorso dell'acqua è una grossa cavolata, se vuoi tener bene un'atleta.

12/05/2019 15:01 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408856
Avatar di camyyy
688 post
Utente
camyyy
Utente (688 post) Utente

Anche a me sembra molto difficile che a delle atlete che si allenano tutte quelle ore venga proibito di bere, come mi sembra strano che prima delle competizioni importanti le stesse dichiarino di mangiare solo insalata. Probabilmente o prendono degli integratori oppure esagerano nelle dichiarazioni, non saprei. Comunque non è fisicamente possibile, starebbero malissimo dopo poco tempo. Chiaramente l’alimentazione sana per uno sportivo o per una bambina che fa sport è fondamentale, ma appunto alimentazione, nel caso dell’atleta cilena di parla di denutrizione!
Ho avuto spesso a che fare con tecniche russe o comunque dell’est, spesso hanno modi un po’ diversi dai nostri, diciamo più bruschi, non si fanno troppi problemi, ma non ho mai assistito a violenze, anzi mi sono sempre sembrate molto serie, distaccate ma non mancavano di rispetto a nessuno. Poi ovviamente la cultura è diversa, ma secondo me non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, anche perché come hanno già scritto episodi spiacevoli sono capitati anche in Italia, e capitano anche a livello più bassi.
Questo è un fatto inammissibile che non deve mai più capitare. Io sono anche madre e fosse stata mia figlia sarei andata fuori di testa.


Piace a: Kalinka, Filosena
12/05/2019 15:47 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408858
Avatar di fox
354 post
Utente
fox
Utente (354 post) Utente

Per la serie "il Cile non è un caso unico"
Intervista a Godunko 11.12.2017


On the happy moments, doing things for yourself and training sensibly

"I won't say moments like eating a chocolate or drinking cola - I do not this any more, because they are harmful, and in our time we had to secretly do things like that. I always tell everyone: do it for yourself! No medal is worth your psyche, your health."

"I'll give you an example. We had a training camp in Alushta, and at 12 o'clock, when it was so hot, we had a strength circuit on a Swedish ladder made of metal. It was on the street. It was so hot, we wore caps. Now, strength circuit is useful. Physically weaker girls might tear the skin on their palms, but that's okay, you care for it and keep on working. The coach wrote on Facebook: if it was not for this, you wouldn't have become champions. And I asked, why was it impossible to do that workout at 6 PM, when the sun was down, it would not burn, and half of the children would not have problems with the hot metal ladders? It is just incomprehensible to me. Perhaps there was no other option, perhaps the site was occupied in the evening..."


Fonte:
Part 1: rg.sport.ua/news/365025
Part 2: rg.sport.ua/news/365347

12/05/2019 18:16 · Scandalo nella nazionale cilena... Scandalo nella nazionale cilena #408865
Avatar di MysticJC
2117 post
Utente master
MysticJC
Utente master (2117 post) Utente master

Queste sono considerazioni e riflessioni che una donna ormai adulta riesce finalmente a fare della sua vita di atleta. Una ginnasta attiva non potrebbe mai arrivare a queste conclusioni, talmente viene plagiata nel pensare allo stesso modo della sua allenatrice da non vederne gli abusi quando ci sono.
Quando a 30 anni invece ti ritrovi ad allenare, e hai davanti ragazzine che avevano la tua età e capisci che non riusciresti a far loro fare quello che facevano fare te, soprattutto quando dovresti assumere certi atteggiamenti, allora realizzi che quello che è stato fatto a te è stato un abuso di potere; il voler far "soffrire" o "patire" una ginnasta durante gli allenamenti in modo che vada in pedana per le gare convinta di dover vincere perchè ha sofferto in palestra ed è quindi pronta ad affrontare la giuria, è sicuramente una strategia che molte adottano, soprattutto nell'est, ma a volte raggiunge dei tali estremi come quelli raccontati da Godunko. Ci si domanda "il senso" della cosa, e l'unica risposta che secondo me è possibile dare è che nelle allenatrici ormai storiche c'è ancora quel senso "sovietico" di doversi martirizzare per la patria, anche quando non ce n'è bisogno, e di dover rivendicare un totale controllo dell'atleta in modo che la persona non abbia più sentimenti ma viva la vita sportiva quasi come un automa, eseguendo gli ordini per essere solo un'estensione del volere della coach.
Ovvio che al giorno d'oggi sono tutti metodi superati, ma qualcuno ancora "resiste" e i risultati sono questi che vediamo, che saltano fuori quasi sempre negli anni olimpici e pre-olimpici quando appunto tali allenatori calcano ancora di più la mano.


Piace a: Filosena

Per scrivere sul forum devi essere iscritto: fai il login oppure registrati!

Beatrice Vivaldi

itenfrderues