itenfrderues
 
 

Road to Tokyo: come funziona la qualificazione

Nonostante ai Giochi Olimpici di Tokyo manchino ancora due anni, tra poco più di un mese si inizierà già a respirare aria di Olimpiadi. I Mondiali di quest’anno, che si svolgeranno a Sofia dal 10 al 16 settembre, saranno infatti la prima tappa del percorso di qualificazione olimpica.

Per qualificarsi alle Olimpiadi di Rio le ginnaste avevano avuto solo due possibilità: i Mondiali di Stoccarda 2015 e il Test Event 2016. Per questa edizione invece le opportunità saranno molte di più e comprenderanno ben 4 criteri di qualificazione per le squadre e 5 per le individualiste, una buona soluzione per evitare che il sogno olimpico venga pregiudicato da una cattiva prestazione o da un infortunio.

Tuttavia se le nuove regole sembrano andare a favore delle ginnaste, purtroppo per il pubblico e gli appassionati seguire la qualificazione è diventato molto complicato: ecco quindi una piccola guida per capire insieme questo complesso percorso.

Leggi tutto

30 abiti che potrebbero diventare body #3

La stagione autunnale si avvicina e molte squadre sono nel pieno della preparazione per i campionati di serie A, B, C e squadra allieve. Nuove gare significa anche nuovi body: ecco qualche idea per chi ha bisogno d'ispirazione!

Leggi tutto

#musthave: Zara Home e la ritmica

La ritmica non è uno sport molto diffuso, soprattutto nel mondo occidentale, e proprio per questo è raro trovare prodotti dedicati a questo sport al di fuori dei grandi marchi specializzati in questo settore. Zara, marchio di abbigliamento e accessori spagnolo, già nel 2015 aveva dimostrato una certa attenzione verso la ritmica mettendo in commercio una camicia decorata da figure di ginnaste, un vero must-have per tutte le appassionate. La buona notizia è che a quanto pare i designer spagnoli si sentono davvero ispirati dal nostro sport: anche quest'anno hanno infatti proposto una serie di oggetti "ritmici"!

Leggi tutto

È l'ora del galà!

Dopo aver selezionato in questi mesi gli esercizi individuali che, per un motivo o per un altro, sono rimasti nella storia della ritmica, la rubrica “Focus on” propone oggi un numero speciale dedicato ai galà. Ci siamo infatti divertiti a scovare su YouTube i video delle esibizioni fuori gara, trovando alcune "chicche" davvero curiose ed interessanti.
I galà sono dei veri e propri spettacoli organizzati spesso in chiusura delle competizioni e sono interessanti in quanto rappresentano l’occasione per vedere all’opera le proprie beniamine in vesti diverse rispetto a quelle da gara. Se inizialmente infatti le ginnaste venivano chiamate a riproporre i propri esercizi, con il tempo il galà si è trasformato in un vero e proprio show, simile - per intenderci - a quello proposto a conclusione delle gare di pattinaggio artistico. 

Leggi tutto

Protagoniste: Amina Zaripova

Dietro ogni grande ginnasta si nasconde spesso il lavoro minuzioso e attento di una grande allenatrice. Come quello di Amina Zaripova, che ha contribuito alla gloria di numerose atlete tra le quali la più nota è Margarita Mamun, oro olimpico a Rio 2016. Madame Viner, capo della ritmica russa, ha da subito creduto nelle sue capacità tanto da sceglierla come braccio destro. Ma prima di essere allenatrice Amina è stata una grande ginnasta; conoscete la sua storia, quali traguardi ha raggiunto in carriera e come è arrivata nell'olimpo della ritmica?

Leggi tutto

Specchio, servo delle mie brame...

"Specchio, servo delle mie brame... chi è la più bella del reame?"

Probabilmente la conoscete: è la frase che la superba matrigna di Biancaneve rivolge al suo specchio magico, ossessionata dalla propria bellezza. Da qualche tempo anche le ginnaste hanno un rapporto molto stretto con gli specchi: non solo nelle sale di coreografia, oggi piccoli frammenti riflettenti hanno iniziato a riempire perfino i body. Magari le ginnaste tra un elemento e l'altra vogliono controllarsi il trucco? Chissà...

Leggi tutto

Do Re Milena, un crescendo di emozioni

La sua strada è un vero e proprio crescendo rossiniano: Milena Baldassarri, 9° classificata ai Campionati del Mondo di Pesaro lo scorso anno, è stata ginnasta-rivelazione italiana degli ultimi anni. Il riferimento a Rossini non è casuale perché ho realizzato questa intervista proprio a Pesaro, città d'origine del compositore, in occasione della 10^ edizione della World Cup durante la quale Milena è riuscita a centrare il 9° posto in All Around e la finale al nastro.

Della sua carriera vi avevo già parlato nell'articolo scritto proprio alla vigilia dell'appuntamento iridato; tra gli altri risultati ricordiamo il successo ottenuto agli Europei di Budapest 2017, dove ha centrato la finale al nastro, e ancora una volta la sua prima esperienza ai Campionati del Mondo che ha sancito il suo ingresso nella top ten mondiale, rendendola di fatto una delle ginnaste da tenere in considerazione per le classifiche internazionali.

Leggi l'intervista

Attrezzi: da settembre si cambia

Tra i molti cambiamenti di quest’anno, dal Codice dei Punteggi al format di alcune competizioni, forse alcune modifiche dei regolamenti sono passate fino ad ora inosservate. Eppure ce n’è una particolarmente importante, che entrerà in vigore a partire dal 1° settembre 2018: stiamo parlando delle norme che regolano gli attrezzi della ginnastica ritmica.

A partire dai Mondiali di Sofia infatti entreranno in vigore alcune nuove regole per quanto riguarda l’applicazione dei marchi sui prodotti omologati. Il regolamento completo, che si può trovare sul sito della FIG internazionale nella sezione “rules”, recita:

All hand apparatuses which are supposed to be used at FIG sanctioned events shall have markings according to FIG rules. The markings shall not be removable. At FIG sanctioned events only FIG approved hand apparatuses shall be used.

Leggi tutto

Beatrice Vivaldi

itenfrderues