Rhythmic Runway #6

Le sfilate e l'alta moda continuano a essere di grande ispirazione per le sarte della ritmica: eccoci alla sesta puntata di Rhythmic Runway!

Partiamo da due ginnaste che si sono ispirate agli abiti visti sul red carpet del Met Gala. La canadese Katrine Uchida ha scelto l'abito di Versace indossato da Gigi Hadid all'edizione 2018; della stessa maison anche l'abito piumato di Blake Lively, al quale si è ispirata la piccola promessa italiana Alice Taglietti.

ferrari charbel

Katrine Uchida CAN > Versace

ferrari charbel

Alice Taglietti ITA > Versace

Per incantare il pubblico di casa le ginnaste bulgare hanno sfoggiato un guardaroba completamente nuovo ai Mondiali di Sofia. Almeno per due mise le sarte si sono rifatte sicuramente all'alta moda: Vladinova ha sfoggiato uno sfavillante body tempestato da pailettes tonde, simili a quelle riportate in voga da Paco Rabanne, mentre Taseva ha riproposto il prezioso motivo di pietre di un abito di Balmain. 

ferrari charbel

Neviana Vladinova BUl > Paco Rabanne

ferrari charbel

Katrin Taseva BUL > Balmain 

Si ispirano alle passerelle anche due giovani star del panorama internazionale: la bielorussa Alina Harnasko, dopo uno sfortunato anno segnato da un infortunio, è rientrata recentemente in pedana indossando un body chiaramente ispirato a un modello di Jean-Louis Sabaji mentre la russa Karina Kuznetsova, allieva di Elena Karpushenko, ha reinterpretatato in chiave ginnica un abito di Zuhair Murad.

ferrari charbel

Alina Harnasko BLR > Jean-Louis Sabaji SS 2018

ferrari charbel

Karina Kuznetsova RUS > Zuhair Murad Spring '18

 

Salomé Pazhava è una delle ginnaste più amate e seguite dal pubblico anche grazie alle sue scenografiche routine, sempre estremamente originali e in grado di raccontare una vera e propria storia. Per l'esercizio al nastro di quest'anno, a tema orientale, la ginnasta georgiana si è ispirata a un abito-kimono di una vecchia collezione di Zuhair Murad. Nel 2017 per lo stesso attrezzo, accompagnata da un frizzante medley del film "La La Land", Salomé sfoggiava sul retro una grande scollatura a forma di stella, riferimento alla "città delle star" in cui è ambientato il film; tutto fa pensare che questo dettaglio sia stato ispirato a un abito di Renato Balestra.

 

ferrari charbel

Salome Pazhava GEO > Zuhair Murad FW 2011-12

ferrari charbel

Salome Pazhava GEO > Renato Balestra FW 2013-14

La tendenza ad ispirarsi ai film non solo per le musiche ma anche per i body sta prendendo piede: dopo Veronika Polyakova con Pretty Woman e Carmel Kallemaa con Colazione da Tiffany, è la volta della squadra ungherese che per la routine ai 5 cerchi di quest'anno ha realizzato un body ricalcando il costume di scena di Wonder Woman. 

ferrari charbel

Hungary (group) > Wonder Woman 

Abbiamo visto anche nelle scorse puntate che l'ispirazione delle passerelle sta conquistando sempre di più anche il pubblico italiano: anche la società Pontevecchio ha optato per un abito da sposa, realizzandolo in versione nera. La nostra sesta puntata si conclude qui ma se vi piacciono i body ispirati ai vestiti vi consigliamo di fare un salto sulla nostra gallery su Facebook!

ferrari charbel

Pontevecchio Bologna (Laura Specchiulli) ITA > ?

Beatrice Vivaldi

itenfrderues