Vuoi collaborare con noi?

Hot topics

    • Avatar di koccinena
    • Mondiali Kitakyushu, 27-31/10/2021
    • Prima di questo week end pensavo che sicuramente Milena e Sofia avrebbero avuto i 3 attrezzi, ma vedendo Alex così carica in pedana spero che le verrà data la possibilità di riscattarsi ai mondiali con 3 attrezzi!
    • Avatar di Filosena
    • KANAEVA Eugenia (RUS) 2/4/1990 - ex ginnasta
    • Viner si lamenta, insulta e attacca per settimane chiunque dopo Tokyo Kabaeva scrive una lettera a Watanabe dicendo praticamente che i giudici a Tokyo sono stati degli incompetenti corrotti  Kanaeva felicemente condivide foto s ig con il gruppo campione olimpico bulgaro  ​​​​​​
    • Avatar di Ludoxx
    • Aura Cup Zagreb, 16-17/10/2021
    • Tara 2, peccato per il cerchio ieri, perchè il primo posto era assolutamente alla sua portata. Non ho visto lsabelle ma dai punteggi presumo abbia sbagliato al nastro, e questo l’ha penalizzata molto, 7 posto. Perissinotto 1 e Rocco 2. Non ho seguito la gara ma i punteggi mi sono sembrati ottimi, e io adoro i loro esercizi in generale.
    • Avatar di aliqua12
    • Squadra bulgara BUL
    • Grazie Pimkie per la correzione, da YT avevo letto 50 anche per clavette e cerchi, invece è un pochino meno
    • Avatar di ninive1206
    • Camp. individuale Gold allieve 2021
    • Raff, condivido e aggiungo che sarebbero soluzioni capaci di trasformarsi in progetti e miglioramenti utilissimi per tutto il movimento...

Discussioni recenti »

Abbiamo coinvolto le migliori ginnaste italiane - e molte ne coinvolgeremo ancora - per proporre ai nostri follower delle "pillole di allenamento", cioè piccoli esercizi, maestrie e difficoltà da poter provare nel salotto di casa (ovviamente facendo attenzione ai soprammobili!). Trovate i primi tre video già disponibili e molti altri arriveranno già nei prossimi giorni. Provateci anche voi e pubblicate i vostri risultati taggandoci nelle storie o nei post, vi riposteremo!

Claudia e Beatrice

Scopri tutte le pillole di ritmica sulla IGTV del nostro canale Instagram

Torna per la rubrica La vostra ritmica il racconto di una ex ginnasta che ora vive e lavora come allenatrice all'estero. Questa volta a parlarci è Sara, che da 8 anni vive e allena in Norvegia!

Ciao Sara! Quanto tempo fa ti sei trasferita in Norvegia e perché?
Mi sono trasferita in Norvegia, a Bergen, nel febbraio 2012. Ci sono arrivata per caso e, incredibilmente, proprio grazie alla ritmica.
Avevo ricevuto una mail da un’altra allenatrice italiana, che a sua volta l’aveva ricevuta da un conoscente che aveva contatti in una società norvegese. La società in questione (Fana IL) stava cercando una nuova direttrice tecnica per la ritmica, perché quella attuale doveva trasferirsi. La cosa mi ha incuriosito e ho deciso di informarmi. Ho ricevuto informazioni dettagliate, abbiamo avuto un paio di colloqui su Skype e loro erano interessati ad assumermi. Era un po’ un salto nel buio, ma ho pensato, “adesso o mai più, perché non provare un’esperienza all’estero?!”

Ciao a tutti! Il mio nome è Martina e sono una ragazza di 17 anni con una grande passione per la ginnastica ritmica. Sono nata e cresciuta in Alto Adige, in cima alla nostra bella Italia, e ora sto frequentando il liceo linguistico. Grazie all'opportunità che Beatrice mi ha dato vi racconterò della mia esperienza ginnica a Berlino, la capitale della Germania, per mettere a confronto la ginnasta ritmica tedesca con quella italiana.

Con un po' di ritardo ecco un piccolo raccolto dedicato alla mia avventura a Mosca, alla scoperta dei primi Mondiali Juniores di ritmica nella città (e nel nuovissimo palazzetto) di Madame Viner! Ho cercato di riportare anche dei dettagli un po' frivoli ma che spero vi facciano immaginare in modo più immersivo l'atmosfera della gara.

Capitolo 1: il palazzetto

Partiamo dal palazzetto: una vera e propria chicca! Che Viner faccia sempre le cose in grande è risaputo e anche in questo caso non si è smentita. L’edifico è molto bello e curatissimo a partire dall’esterno: la facciata, con il grande nastro giallo-dorato che avvolge la parete di vetro, è immediatamente riconoscibile e diventa lo sfondo ideale per le foto ricordo. Anche io non ho saputo resistere alla tentazione di uno scatto

Grazie alla community che si è creata qui sul sito ho avuto la possibilità di conoscere molte persone tra cui alcune allenatrici che vivono e lavorano all'estero. Nelle nostre conversazioni spesso sono emerse le differenze che riguardano il nostro sport vissuto in altri Paesi, dal livello alla tipologia dei campionati, passando anche per argomenti più pungenti come la percezione della professione dell'allenatore. Trovo che il confronto sia sempre molto interessante e stimolante e quindi mi sono detta: perché non condividere queste storie anche con gli appassionati?

A inaugurare quella che spero diventerà una piccola serie di interviste c'è Eleonora, una ragazza che da qualche anno vive a Londra dove allena nel club che ha fondato.

Il palazzetto incombeva su di me. 

Sospirai, pensando che entro poco meno di due minuti la mia esperienza sarebbe diventata il mio più bel ricordo, o il mio peggior incubo. Un minuto e mezzo. Sembra quasi una beffa, doversi preparare così minuziosamente per parecchi mesi e sacrificare tutto questo lavoro in novanta secondi. Considerando la cosa dal punto di vista logico è assurdo. Ma la vera assurdità è che nonostante tutto quello che avevo passato, i sacrifici, le rinunce, i pianti, i dolori, io ero ancora lì a mettermi in gioco. 

Ciao a tutti! Ci presentiamo: siamo Ilaria, Sam, Chiara, Roberta e Chiara B. Oggi ci sentiamo praticamente tutti i giorni ma fino a poco più di due anni fa eravamo delle complete sconosciute: non serve dire che l'elemento conduttore tra noi cinque, quello che ci ha fatto conoscere e legare sempre di più, è stato la ginnastica ritmica!

Abbiamo deciso quindi di raccontarvi la nostra storia e le nostre avventure.

Dopo una lunga riflessione e con tanta emozione ancora viva, nonostante siano passate diverse settimane, sono finalmente pronta a condividere con voi la mia classifica delle 6 migliori routine individuali viste ai 35° World Championships di Pesaro. Ammetto che doverne scegliere solo una per ciascuna ginnasta, visto che mi sono auto-imposta questo limite,  è  stato davvero difficile (Pazhava, Ashram, Halkina... che programmi!). Alla fine sono riuscita a stilare la mia personale lista, attenzione, non classifica: quello sarebbe stato davvero impossibile! Piccolo consiglio: se vi siete persi la finale delle migliori 24 individualiste, recuperate qui! ;) 

body ritmica