itenfrderues
 

Yana Romanova e la ginnastica estetica

Sono entrata in contatto con la Ginnastica Estetica quattro anni fa: ne avevo sentito parlare ad un seminario di ritmica. L’argomento in questione era la possibilità negata, dato i rigidissimi codici, del proseguire l’attività oltre una certa età. Effettivamente la fatidica domanda: “E adesso che faccio?” a fine carriera ce la siamo poste tutte, e spesso i nostri mentori non han potuto far altro che indirizzarci verso l’insegnamento.

La Ginnastica Ritmica mi ha regalato moltissime emozioni, prima come atleta e poi come tecnica, ma sento di dover consigliare alle giovani atlete anche delle alternative per non abbandonare del tutto la ginnastica. Una di queste è proprio la Ginnastica estetica di Gruppo e tramite le parole di Yana Romanova, responsabile nazionale, cercherò di farvi conoscere questo bellissimo sport.

L'Aesthetic Group Gymnastics (AGG) è una disciplina che si è sviluppata in Finlandia ed Estonia a partire dal 1950. Attualmente non è riconosciuta dalla Fédération Internationale de Gymnastique, quindi nel 2003 è stata istituita la Federazione Internazionale di ginnastica di gruppo estetico (IFAGG). In Italia le competizioni sono regolate dalla FISAC (Federazione Sport Acrobatici e Coreografici) e la responsabile nazionale del settore attualmente è Yana Romanova.

Le squadre o, più correttamente, i gruppi di ginnastica estetica sono composti da un minimo di 6 a un massimo di 10 ginnaste, che eseguono un programma a corpo libero della durata di 2’30”- 2’45”. Dal 2017 inoltre è stata aggiunta la possibilità di fare il programma corto, della durata di 1'30''-1'45''.

Le gare internazionali sono divise in due categorie di età: gruppi Junior, cioè per le ginnaste di 14-16 anni, e gruppi Senior per quelle che hanno più di 16 anni. In Italia si aggiunge la categoria Giovani da 8 a 13 anni. L'abito da gara è un body con un appeal estetico considerando lo spirito spettacolare dello sport; non per niente i look sono dei più estroversi, quasi da spettacolo, per non parlare delle acconciature che non devono superare i 10 cm in altezza (vi lascio immaginare perché vi sono stati posti dei limiti!). L'area di gara è una pedana di 13x13m, proprio come quella di ritmica.

AGG è arte, espressione e sentimenti combinati in uno sport competitivo di alto livello. Lo sport richiede qualità fisiche come flessibilità, equilibrio, velocità, forza, coordinazione e senso del ritmo in cui i movimenti del corpo sono enfatizzati nel flusso espressivo ed estetico. 

La squadra finlandese Minetit, campione mondiale 2017

 

Yana Romanova è nata in Siberia ma vive in Italia dal 2010. La sua carriera sportiva è iniziata all’età di 6 anni col pattinaggio sul ghiaccio in Kazakistan. A 8 anni si è trasferita a Novosibirsk, in Russia, con la famiglia ed ha iniziato a praticare la ginnastica ritmica, alla quale si è dedicata fino ai 16 anni prima di passare alla Ginnastica Estetica. Oggi è responsabile tecnica nazionale AGG per la FISAC.

Come hai scoperto l’AGG?

Nel 2002 nella mia città, Tula, è nata la nuova società di ginnastica estetica di gruppo "Roxett", dove si sono spostate tutte le ex ginnaste della mia età. Mi sono incuriosita e sono andata a provare e da lì ho cominciato ad allenarmi con la squadra; la mia allenatrice era Olga Ponikarova, che è tutt’ora tra le più famose coach di AGG. Ho vinto diversi premi: nel 2005 la medaglia d’oro al Campionato del Mondo a Copenaghen, Danimarca; l'anno successivo la medaglia di bronzo al Campionato del Mondo a Tampere, Finlandia, e la medaglia di bronzo alla Coppa del Mondo a Lloret de Mar, Spagna. Dal 2007, in Russia, ho iniziato ad allenare le bambine e nel 2008 sono diventata giudice nazionale di AGG.

Ci spieghi in poche parole cos’è l’AGG?

La Ginnastica Estetica di Gruppo è una disciplina della ginnastica basata sul movimento corporeo naturale e totale. Lo sport è caratterizzato da movimenti armoniosi, ritmici, e dinamici eseguiti con un uso della forza muscolare in maniera naturale ed economica. C’è un naturale fluire da un movimento all’altro come se il secondo fosse creato dal precedente. La coreografia, utilizzando una espressiva interpretazione della musica attraverso i movimenti, crea una storia! La Ginnastica Estetica di Gruppo è arte, espressione e sentimento, tutto mescolato in un alto livello di sport competitivo.  

Quali sono i team più forti del panorama internazionale?

Partiamo con le due nazioni che l'hanno fatta da padrone negli ultimi anni: Russia e Finlandia. Per ora hanno ancora una marcia in più rispetto alle altre nazioni, ma dietro di loro la concorrenza è sempre più agguerrita. Estonia, Giappone, Bulgaria, Spagna... E da quest'anno anche Italia! Complimenti davvero ad Ardor Padova, che ha vinto il Mediterranean Countries in casa ad aprile, il programma corto a Chicago a novembre e si è classificata al sesto posto nella classifica finale della coppa del mondo. 

Portare l’AGG in Italia è stato facile?

Quando ho iniziato a interessarmi all'estetica in Italia ho visto che la FISAC era già affiliata alla IFAGG come membro-B. C'era inoltre la società Ginnastica Alba, che aveva già partecipato come club a una gara internazionale. Perciò nel 2011 mi sono messa in contatto con la FISAC e da li è partita la nostra collaborazione. Sicuramente gli inizi non sono stati facili ma con l'aiuto della FISAC sono riuscita a contattare diverse società attive nella ginnastica e a far conoscere questa disciplina. Nel 2012 abbiamo organizzato, per la prima volta in Italia, una tappa della coppa del mondo. Successivamente la IFAGG ci ha riconosciuto lo status di A-member, che dà alla FISAC l'esclusiva per lo sviluppo della ginnastica estetica di gruppo in Italia. Da lì in poi la crescita è stata costante, con sempre più società interessate a questa disciplina.

 

yana romanova

Yana con le squadre italiane che hanno partecipato alla World Cup

 

Quale è la situazione italiana attuale?

Ci sono una quindicina di società attive nella ginnastica estetica di gruppo, più molte altre interessate ad entrare a far parte di questo mondo. Il livello degli esercizi e la qualità delle ginnaste è molto migliorata negli ultimi anni. Senza fare torti a nessuno, voglio citare queste società: Ardor Padova per gli splendidi risultati, anche a livello internazionale, Ginnastica Alba e Ginnastica Pro Vercelli per l'alto numero di squadre e di ginnaste, segno del loro impegno che porterà sicuramente nei prossimi anni queste società a raccogliere i frutti del loro lavoro. Quest'anno ha ottenuto dei buoni risultati anche la società Ritmica Nervianese (Team Minerva), arrivando ai 14 punti nei due eventi internazionali ai quali ha preso parte. Ma, ripeto, ho visto molto impegno e molti miglioramenti anche nelle altre società e sono veramente grata a tutte per il loro lavoro, anche se non posso ringraziarle tutte una ad una. 

Cosa ti chiedono le società prima di entrare in questo mondo?

La maggioranza delle società vengono principalmente dalla ritmica o dall'artistica. Erroneamente si tende a considerare l'estetica una sorta di ritmica senza attrezzi; pertanto mi trovo spesso a spiegare quali sono le (tante) differenze tra le due discipline.

Quali sono le principali differenze tra un collettivo a corpo libero di ritmica e un esercizio di gruppo di estetica?

La principale differenza tra ritmica e estetica sono i movimenti corporei. In AGG è importante la fluidità tra un movimento e un altro; anzi, il movimento precedente fa nascere il movimento successivo. Inoltre sono concessi dei sollevamenti e delle prese, che non sono obbligatori ma aumentano il valore dell'artistico.

Quali sono i tuoi progetti futuri per lo sviluppo della ginnastica estetica?

Ad oggi quasi tutte le società attive sono in Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Recentemente abbiamo cominciato a lavorare anche con società in Lazio e Campania. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere sempre più società in tutte le regioni. Questo ci consentirà di far partire anche delle competizioni interregionali ed in futuro di formare una squadra nazionale di ginnastica estetica di gruppo.

 

La squadra dell'Ardor ai Mondiali di Helsinki 2017

0
0
0
s2smodern

Beatrice Vivaldi

itenfrderues