La ginnastica ritmica per adulti

In Italia, nonostante il movimento sia in costante crescita, non sono molte le realtà in Italia che propongono corsi di ritmica per adulti. Eppure in altri sport, come il nuoto o l’atletica, è consueto parlare di categorie “master” e spesso le società fanno a gara per accaparrarsi il maggior numero di iscritti. Sebbene le gare federali non pongano limiti di età, difficilmente ginnaste di 20 anni o più si mettono a confronto in una gara Silver o Gold contro atlete sedicenni (inizio della categoria senior) e lo stesso discorso vale quasi sempre anche per il settore “Ginnastica per Tutti”, anche se questo richiede un minore livello tecnico. Solo con la Gymnaestrada (esercizio coreografico per grandi gruppi) e la Golden Age Gym (riservata agli over 40) è più comune incontrare ginnaste “senior”, anche se il fenomeno è più diffuso all’estero dove spesso si assiste ad esibizioni di atleti anche settantenni e ottantenni!


La ritmica per adulti suscita l’interesse di ragazze e signore che da bambine hanno sempre sognato di praticare questo sport e non hanno mai avuto il tempo o l’occasione di farlo, ma anche di coloro che hanno iniziato a frequentare delle lezioni e sono state poi costrette a smettere per svariati motivi (incompatibilità con gli impegni scolastici, infortuni, eccessivo impegno e stress, ecc). A volte invece ad essere incuriosite sono ex atlete che hanno fatto agonismo e intendono ricominciare senza l’affanno della competizione o l’ansia da risultato.


Sul tema abbiamo interpellato Licia Tasini, Direttore Tecnico della Società GRpT Ginnastica Ritmica Milano che, tra le prime, ha avuto l’intuizione di lanciare un corso per adulti: “Entro i 25 anni le ginnaste appendono le scarpette al chiodo. I ritmi di allenamento, la costante lotta con la bilancia, l’alto livello di competitività lo rendono sicuramente uno sport usurante sia dal punto di vista fisico che psicologico”. Avviato ufficialmente nel 2013, il corso “over 18” ha riscosso sempre più entusiasmo tanto che per la sua organizzazione Licia ha reclutato negli anni insegnanti di altissimo livello: le olimpioniche Jolita Manolova (Pechino 2008), Marta Pagnini (Londra 2012 e Rio 2016) e Valentina Riccardi (Sidney 2000). Il corso è strutturato in una fase di preparazione fisica con esercizi di stretching e potenziamento, studio degli elementi tecnici e di maneggio e in una fase di preparazione dell’esercizio individuale o di squadra, con lo studio della coreografia.


A livello federale il movimento non è stato ancora riconosciuto. L’organizzazione di confronti e competizioni è affidata dunque all’iniziativa di singole istruttrici - spesso supportate da enti di promozione - che, quasi per scommessa, si sono buttate in questa impresa. Nel 2014 è stato organizzato il primo Campionato Master a Squadre che ha visto la partecipazione di 10 rappresentative, mentre nell’edizione 2019 oltre alle squadre si sono confrontate in pedana anche alcune individualiste.  “Pensando in grande - prosegue Licia - vorrei che la Federazione italiana riconoscesse ufficialmente la categoria master, ma in generale mi basterebbe far passare il messaggio che è possibile fare ginnastica a tutte le età”. La proposta di avviare corsi per adulti infatti non ha sempre riscosso unanimi consensi: alcuni, attraverso i social, hanno espresso le loro perplessità sul potenziale sviluppo del movimento, definendolo “uno scimmiottamento della ginnastica vera e propria”. Tuttavia Licia ribadisce che “La finalità delle iscritte non è certo quella di partecipare ai Giochi Olimpici, ma quella di praticare uno sport in compagnia, rilassarsi e divertirsi”. Praticare questo sport da “grandi” inoltre migliora la flessibilità, l’equilibrio, la coordinazione e stimola la creatività”.

 

Alcune allieve della GRpT Ginnastica Ritmica Milano


Eleonora Coppola, Direttrice di Be Art Studio, Associazione con sede a Legnano e Lainate, nell’hinterland milanese, e coach della squadra agonistica “Team Be Art”, ci ha mostrato i luoghi in cui dallo scorso gennaio è attivo un corso di ritmica per adulti. “La ritmica offre tecniche e metodi di allenamento, flessibilità e maneggio di attrezzi che sono uniche nel suo genere”. Eleonora ha iniziato a praticare ginnastica all’età di 6 anni e mezzo presso la DeMa di Lainate, Società fondata dall’attuale Direttrice Tecnica Emanuela Maccarani, diventando poi a sua volta istruttrice per diverse società. Nel 2013 ha avviato dei corsi di pole sport di cui oggi ricopre il ruolo di team leader nazionale: tra le atlete di punta, Be Art annovera la campionessa italiana in carica Sara Costanzo, classe 2002, che lo scorso anno a Fort Lauderdale in Florida ha conquistato il titolo di Campionessa del Mondo nella sua categoria, Greta Re, bronzo mondiale a Vaduz nel 2017 ed Emma Galli, bronzo europeo a Budapest nello stesso anno.


Lo staff di Eleonora propone, oltre alla ritmica e alla pole, le arti dello spettacolo e la giocoleria, acrobatica aerea e al suolo, ma anche yoga, danza classica, creativa, teatrale e contemporanea. “Le nostre attività sono concepite per tutti coloro che, anche in età avanzata, intendono apprendere una disciplina partendo dalle basi. Un allenamento efficace inoltre, adattato alle doti e capacità di ciascuno, apporta anche benefici a tutto il corpo tonificandolo, rafforzandolo e migliorandone equilibrio e definizione. Ciascuno è libero di esprimersi attraverso il movimento secondo i propri ritmi e le proprie ambizioni”.

Alle lezioni di ritmica partecipano mediamente una decina di signore, di età diverse, che possono al contempo provare altre discipline e frequentare seminari e workshop tenuti da coach di alto livello, alcuni dei quali provenienti proprio dal mondo della ginnastica, come l’acrobata ed ex ginnasta Sheila Verdi, vicecampionessa italiana nel 2002, già membro dello staff delle Rhyth.mix e vincitrice delle Aerialympics All Star Lyra - cerchio 2019. (Proprio Sheila, tra l’altro, nel 2011 aveva aiutato Licia con l’avvio del primo corso sperimentale). “La nostra filosofia - prosegue Eleonora - è che tutti possono praticare qualsiasi disciplina. Tutti, a qualsiasi età possono incominciare o ricominciare a praticare uno sport o semplicemente coltivare un sogno che avevano da bambini. Una signora ad esempio si è iscritta a ritmica perché da piccola i suoi genitori non potevano permettersi di pagarle un corso. Tutti hanno diritto a una seconda possibilità”.


Anche all’estero non mancano analoghe realtà. Eleonora Baio e Stefano Sirianni, entrambi di origine italiana, nel 2015 hanno fondato a Londra la “Rhytmic Excellence”, Accademia di ginnastica per bambini e adulti il cui obiettivo è promuovere la pratica sportiva, rafforzare le capacità di resistenza, forza, flessibilità e coordinazione di ciascun atleta, indipendentemente dall’età e dal livello, coinvolgendo gli iscritti in competizioni, show ed eventi. Eleonora ha lavorato in Italia come allenatrice al fianco di Monica Visentin (membro della squadra nazionale italiana guidata dalla Professoressa Maria Rosa Rosato) e si è formata frequentando numerosi workshop, seminari e corsi di aggiornamento tenuti da qualificati allenatori. Nel 2014 si è trasferita a Londra dove, con il coreografo Stefano, ha fondato una propria scuola che propone anche corsi per adulti, sia competitivi che non. Del team fanno parte anche, tra le altre, Francesca Fazzari, che ha partecipato ai Campionati europei a Mosca nel 2005 come componente della squadretta junior e Francesca Cavallerio, ex ginnasta e psicologa dello sport.


Sono molte oggi dunque le società che si stanno affacciando in questo mondo e sarebbe interessante coinvolgere queste diverse realtà organizzando incontri o competizioni amatoriali anche tra ginnaste di varie nazioni: un’occasione di interscambio generazionale, sociale e culturale tra ragazze e signore spinte da un’unica passione, quella per la ginnastica ritmica.

Hai un'esperienza da raccontarci? Condividila sul forum!

 

Alcune allieve della GRpT Ginnastica Ritmica Milano 

Beatrice Vivaldi

itenfrderues