Hot topics

    • Avatar di Ritlove
    • Perdonate le domande stupide..ma
    • Grazie mille ma io intendevo il tallone in alto perchè vedo alcune ginnaste ad alto livello come Tara, Sofia lo fanno con il collo del piede che guarda lateralmente solo che provandolo non riesco a mantenere le anche dritte se giro il piede quindi non riesco a capire come si faccia :)
    • Avatar di Ricciolimoltorossi
    • Mondiali di Sofia, 14-18/9/2022
    • Sì, vedendo dalle altre foto è effettivamente così. Nel mio caso, che aspiro a prendere i biglietti per ven-sab-dom, il settore è il B.2.2, che è rialzato e praticamente sopra la giuria
    • Avatar di Debbie76
    • Squadra italiana ITA
    • Io invece spero (ma un po' temo...) che siano simili a tuniche in bianco e azzurro o azzurro e blu. In fondo, l'ispirazione per l'esercizio non è partita dalle statue del foro italico?
    • Avatar di camyyy
    • Ginnastica in festa 2022 Rimini
    • Buongiorno! Ho insegnato ritmica per tanti anni. Mia figlia è a Rimini per la ginnastica in festa serie d. È la prima volta che va, non ha ancora nove anni. È felicissima. Noi non siamo andati un po’ perché da ex allenatrice mi ricordo che era bellissimo poter fare queste esperienze da sole senza interferenze dei genitori, un po’ perché veniva a costare molto. Così abbiamo pagato 49 euro al giorno in mezza pensione e 25 euro per la gara… con le navette che le portano. Tutto sommato non è tantissimo…tanti poi ci attaccano le vacanze… Per il livello alto, io ricordo che l’ultima volta che ci sono andata io (nel 2013) era già così e c’era la gpt e già allora ci si lamentava per la presenza delle allora agoniste…i vari silver dovevano servire ad avere più scelta, in realtà si tende a stare bassi perché già in LA c’è un livello alto… ma è una conseguenza del livello altissimo anche nel Gold… ormai poche riescono a mantenere un livello così alto, devi allenarti in un Accademia o otto ore al giorno, soprattutto tra le allieve io trovo… quindi si tende a far fare livello LE o LD alle agoniste “brave” e gli altri alle agoniste “medie”. Parlo per me… la mia bimba che è del 2013 (fine anno) è stata ferma tanto causa covid perché non aveva 8 anni… a 8 anni non sarebbe mai stata pronta per un Gold ma neanche per un Silver alto… nonostante dall’estate scorsa si alleni 4-5 volte a settimana… ha fatto LA tutto l’anno e a livello regionale sono andate tutte benino… sono a Rimini e sono contente… e per l’anno prossimo si vedrà ma intanto hanno fatto delle esperienze… del suo anno solo una bambina è riuscita a fare LE o LD… magari così facendo ci si toglie qualche soddisfazione
    • Avatar di JWRGfan
    • International Tournament Grand Premium, Spain
    • rgform.eu/event.php?id_prop=3027 Un torneo internazionale in Spagna. Partecipano gli italiani, tra cui Sofia Sicignano e Chiara Puosi! Ci sono anche Harnasko e alcuni altri bielorussi.  
    • Avatar di LoveGR
    • Ucraina ?? ?
    • Non è il fratello di Vika, anche se Google traduce con “fratello mio”
    • Avatar di EVA74
    • Squadra junior italiana ITA
    • A quanto pare La Lanzi non ha fatto l'allenamento a Fano per malattia...ed è giusto che lo faccia ,sicuramente verrà inserita nei gruppi.
    • Avatar di RSG_Mu
    • VARFOLOMEEV Darja (GER) 2006
    • www.stuttgarter-nachrichten.de/inhalt.sportgymnast...0a132.html Ho trovato questa articolo del 2019 da un giornale di Stoccarda, la citta' piu' vicina a Fellbach-Schmieden dove si trova il centro tecnico federale per la ginnastica ritmica. In sostanza: - Darja e' arrivata in Germania nel 2019 da sola e vive nell'internato del centro tecnico federale, la sua famiglia vive ancora a Novosibirsk - ha un nonno tedesco (la mamma si chiama Tatiana Emms), i suoi nonni vivono ad Aschaffenburg in Germania. Ad occhio, si tratta di russi-tedeschi, in Russia da generazioni ma originariamente di etnia tedesca, moltissimi hanno (ri)ottenuto la cittadinanza tedesca negli anni '90 e si sono trasferiti in Germania (si tratta della spina dorsale della comunita' della ginnastica ritmica tedesca, ndr) - la mamma di Darja era una ginnasta che aspirava alle olimpiadi circa 20 anni fa, ma ha dovuto smettere per un infortunio ad un ginocchio - Darja si sta inserendo bene e il suo tedesco migliora continuamente (sara' perfetto ora due anni e mezzo dopo), frequenta una normale scuola tedesca da fine 2019.
    • Avatar di Mr Magoo
    • 4 Motori per l'Europa 2022
    • Sono state davvero brave le nostre ragazze contribuendo con i punti raccolti alla vittoria della delegazione lombarda, riportando in Italia un trofeo che mancava da qualche anno. Han portato a casa un argento pesantissimo, superate solo dal trio tedesco Pusch, Shatokhin e Gotshewa che ha fatto benissimo ai recenti Europei Juniores sia come squadra che a livello individuale (per capirci qualcuna precedendo la nostra fortissima Alice Taglietti) e all'Irina Deleanu Cup, come ho letto.
    • Avatar di Concorso
    • Gruppi A B e C 2022
    • Non si deprima chi ora non è fra le più quotate...ho recuperato un documento dei risultati dei test nazionali del 2013; fra le sue coetanee (allieve 2 fascia) Baldassari risultava 21esima... crescendo, cambiano le situazioni e il talento vince

Discussioni recenti »

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in un articolo davvero interessante, che parlava della ginnastica e dei suoi effetti positivi nella vita reale. Ho voluto tradurlo e condividerlo in modo che possa essere di spunto e motivazione a non mollare, anche in questo periodo di palestre chiuse: perché la ginnastica (e lo sport in generale) sono soprattutto scuole di vita.

L'articolo, che trovate nella versione originale a questo link, si ispira a un progetto di ricerca della Harvard School of Education, pubblicato nel 2015 e intitolato "Perché i tuoi figli dovrebbe fare ginnastica se vuoi che sviluppino il tipo di carattere che li aiuterà ad avere successo a scuola". Nonostante il titolo lungo e complesso, il risultato della ricerca è stato semplice. Lo studio di oltre 4.000 giovani adulti nel Regno Unito ha scoperto che la caratteristica più importante per prevedere il successo di un bambino è la grinta. Proprio la grinta - o determinazione - ha avuto maggior influenza sul successo futuro dei bambini rispetto all'intelligenza generale o ai risultati degli esami. E quale posto migliore per imparare ad avere grinta che non il mondo dello sport?

Nel corso della carriera sportiva quello che viene offerto a ogni bambino è un vero e proprio "buffet educativo" che lo potrà aiutare per tutta la sua vita. L'apprendimento di uno sport comprende infatti fisica, lavoro di squadra, pazienza, scienze nutrizionali, costituzione fisica e psicologica, pianificazione, abilità sociali ed equilibrio tra lavoro e vita privata, solo per fare alcuni esempi.

Ma quali sono le caratteristiche acquisibili con lo sport che possono insegnare ai bambini le abilità del mondo reale?

 

1. Disciplina e perseveranza

Per molti di noi, probabilmente uno dei maggiori ostacoli al successo è la nostra incapacità di spingerci oltre i nostri limiti. Troppo spesso quando falliamo ci demotiviamo. Quando qualcosa è troppo difficile, rinunciamo o passiamo il compito a qualcun altro che riteniamo possa farlo meglio. Quando dobbiamo rimanere in ufficio oltre l'orario si sviluppa dentro di noi il risentimento, perché non siamo riusciti a gestire il nostro tempo in modo efficace.

Alle ginnaste viene insegnata la disciplina molto presto. Ciò non significa che ci si aspetta che lavorino attraverso il dolore o la sofferenza, ma che capiscano che per ottenere il meglio devono lavorare sodo. I bambini che si concentrano sulla ginnastica come sport agonistico avranno un focus estremamente preciso.

Potrebbero saltare gite scolastiche o pigiama party per allenarsi a tarda notte e la mattina presto. Sono consapevoli che il successo richiede la definizione di obiettivi e hanno la disciplina per raggiungerli.

 

 

2. Meno paura di fallire

Fallimento è una parola spaventosa per molti di noi. Siamo cresciuti in una società che scoraggia gli errori e rimprovera coloro che non riescono la prima volta. Per fortuna questo sta cambiando e i nostri figli dovrebbero sapere che il fallimento non è uguale alla "fine della strada".

Le ginnaste hanno familiarità con il fallimento. Potrebbero essere necessarie settimane o mesi in cui non si riesce a raggiungere una nuova abilità prima che abbiano successo. Le ginnaste sono abituate a cadere e rimettersi in piedi.

E anche se hanno eseguito alla grande il loro esercizio, non significa che torneranno a casa con la medaglia d'oro. A volte può essere frustrante, ma sono iper consapevoli che il fallimento fa parte del processo, e questa è una mentalità eccezionalmente forte da instillare nei bambini piccoli.

 

3. Etica del lavoro e gestione del tempo

Nel mondo della tecnologia il CEO medio lavora all'incirca 14 ore al giorno per 300 giorni all'anno, cioè circa 4.200 ore ogni anno. Ma il 30% di questo tempo viene impiegato per l'invio di e-mail e un altro terzo viene speso saltando da una riunione all'altra. Solo con l'ultimo terzo della loro giornata può davvero fare il suo lavoro.

Ora guarda una ginnasta. Un allenamento di ginnasta per una competizione potrebbe significare stare in palestra per circa 15-20 ore alla settimana, a volte di più. Questo alla fine di un'intera giornata di scuola, dei compiti a casa e delle attività sociali con gli amici.

Alcune ginnaste gestiscono questo delicato equilibrio fin dalla tenera età. Ciò costruisce adulti incredibilmente capaci ed efficienti che comprendono i vantaggi della pianificazione, della definizione delle priorità e del lavoro intelligente.

 

 

4. Lavoro di squadra e responsabilità individuale

La ginnastica è uno sport individuale, ma il lavoro di squadra è necessario per il successo complessivo della scuola, della società o del Paese che rappresentano. Durante l'allenamento, le ginnaste lavorano a fianco di un gruppo di persone che diventano loro amici, mentori e punti di riferimento per il successo.

Imparano a bilanciare la necessità di appoggiarsi ai compagni di squadra per avere supporto con il desiderio di esibirsi individualmente e mostrare ciò di cui sono capaci. Per questo i loro livelli di tolleranza sono più alti e li aiutano a lottare per la perfezione.

Questo livello di autocoscienza infonde responsabilità, autoriflessione e capacità di assorbire commenti critici, tutte abilità utili nel mondo "reale", oltre lo sport.

 

5. Resilienza e determinazione

Il successo richiede tempo. Mentre alcune persone hanno un talento naturale in determinate aree, anche i migliori devono esercitarsi e perfezionare il loro mestiere. Uno chef esperto cucinerà fino a quando la ricetta non sarà perfetta. Il venditore con le migliori prestazioni dell'azienda probabilmente ha impiegato anni per perfezionare la sua tecnica.

E le ginnaste, beh, sanno davvero che la strada per l'oro è lastricata di pratica e gratificazione ritardata. Nel mondo odierno, fatto di soluzioni rapide e risultati immediati, le ginnaste imparano a lavorare sodo per raggiungere obiettivi che possono richiedere anni per essere raggiunti.

Nello sport e negli affari, c'è sempre la competizione alle calcagna che aspetta solo di rubare le luci della ribalta. Solo perché hai vinto prima, non significa che vincerai ancora - e se sei bravo solo come lo eri per la tua ultima vittoria, allora devi costantemente lavorare per superare te stesso.

Questa capacità di recupero e determinazione nel riuscire costantemente è parte integrante della ginnastica, e le ginnaste sanno anche divertirsi mentre lo fanno. La loro competitività ha sempre un lato divertente!

 

Cosa ne pensate di queste caratteristiche? Se siete adulti ed ex ginnasti o atleti, condividete queste parole? Fatecelo sapere sul forum!

 

Tradotto liberamente da un articolo di Rosanna Trigg per thenewageparents.com

body ritmica