Hot topics

    • Avatar di hope84
    • POLSTYANAYA Elizaveta (LAT) 12/03/2003
    • trovo assurda e vergognosa la richiesta della Lettonia.....in pratica la obbligano a scegliere tra lavoro e famiglia.....ok agli allenamenti in Lettonia con allenatrici locali ma rinunciare al passaporto significa chiudere i ponti con la propria famiglia (che magari potrebbe finire nei guai).....ha fatto bene a tornarsene a casa dalle persone a cui tiene....e a denunciare questa assurdità....
    • Avatar di Ettore
    • Abusi e scandali nella ginnastica
    • Mi sono espresso male, mi scuso: mi riferivo alla storia della vera nazionale di pallavolo, al fatto che questo tipo di dedizione assoluta, da "setta" si potrebbe dire, fosse considerato accettabile, a quei tempi.
    • Avatar di TheLeananSidhe
    • BRESSANELLI Emma (Nemesi/Auxilium) 2009
    • Eh sì. Ho letto anche le risposte alle altre domande ed Emma ha inoltre speso belle parole per tutte le compagne di Nemesi. Chissà qual è il motivo di questo trasferimento, ma sono certa che Emma sarà in ottime mani! Un grande in bocca al lupo!
    • Avatar di arianna2000
    • Squadra junior italiana ITA
    • Perdonatemi, intendevo dire isabel Rocco ma per distrazione ho scritto tavano! In ogni caso le tre ginnaste sopracitate sono quindi state definitivamente escluse?
    • Avatar di LoveGR
    • Gruppi A B e C 2022
    • Ma posso avere un mio pensiero o no? Ho specificato che potrebbe essere totalmente sbagliato! Non ho mai detto che faccia le cose per inerzia, questo lo hai dedotto tu. Ama la ginnastica, fa le sue gare, aiuta la squadra e aspetta ste benedette Universiadi! Io adoro Brambilla, l’ho sempre preferita a Tagliabue, per cui di cosa mi stai accusando? Ho semplicemente espresso un pensiero. Fine.

Discussioni recenti »

Quest’anno si svolgerà la ventiduesima edizione dei Commonwealth Game: la manifestazione sportiva che si celebra ogni 4 anni, che include 26 discipline sportive, 72 nazioni e più di 5000 atleti.

Il Commonwealth delle nazioni o Commonwealth (acronimo CN) è un'organizzazione intergovernativa di 54 Stati indipendenti, tutti accomunati (eccetto il Mozambico e il Ruanda) dalla passata appartenenza all'impero britannico, del quale il Commonwealth è una sorta di sviluppo su base volontaria.

La prima edizione dei giochi si svolse nel 1930 a Hamilton (Canada) seguita da un’edizione ogni 4 anni con le sole eccezioni del 1942 e 1946 dovute alla guerra. I giochi hanno cambiato diversi nomi (British Empire Games, British Empire and Commonwealth Games e British Commonwealth Games) e vengono spesso chiamati ancora oggi Friendly Games. Quest’anno sarà la volta di Birmingham: la città britannica ospiterà i giochi dal 28 luglio all’8 agosto e, in particolare, dal 4 al 6 agosto si svolgeranno le gare di ginnastica ritmica.

 

La ginnastica ritmica ai Commonwealth Games

La ginnastica ritmica non è sempre stata inclusa nei giochi ed ancora oggi soffre la mancanza della gara d’insieme. Fortunatamente però, la gara individuale include la gara per team (3 ginnaste per nazione su - 12 esercizi totali), la finale individuale (24 ginnaste, massimo 2 per nazione) e le finali per attrezzo (8 ginnaste per finale, massimo 2 per nazione) per un totale di 18 medaglie. Quest’anno le gare di ginnastica ritmica si svolgeranno all’arena di Birmingham, che ospiterà anche tutte le gare di ginnastica artistica.

Ogni nazione può presentare da 1 a 3 ginnaste e tutte gareggiano sui 4 attrezzi; solo i Paesi con 3 ginnaste partecipano alla competizione per team, per la quale si sommano i 12 punteggi ricevuti (4+4+4).

 

Quali sono le nazioni che nell’ultimo ventennio hanno ambito al podio?
Sicuramente il Canada, l’Australia, Cipro, l’Inghilterra e il Galles, e più recentemente la Malesia.

Le più recenti vincitrici del concorso generale sono state:

  • Diamanto Evripidou (CYP) - Gold Coast 2018
  • Patricia Bezzoubenko (CAN) - Glasgow 2014
  • Naazmi Johnston (AUS) - New Delhi 2010
  • Alexandra Michel Orlando (CAN) - Melbourne 2006

 

Come funzionano le qualificazioni per i Commonwealth Games?
Ogni nazione iscrive le ginnaste che, tramite una selezione interna e stando alle policy del comitato nazionale, soddisfano i criteri di selezione. 

 

Curiosità ginniche dei CMW games

  • Gibilterra partecipa a tutte le edizioni con almeno una ginnasta! Il minuscolo stato affacciato sull'oceano Atlantico, che normalmente partecipa alle gare nazionali nel Regno Unito e fuori gara in Spagna, in questa occasione partecipa indipendentemente ed ha già qualificato una ginnasta (mentre la sua compagna di squadra sta gareggiando per raggiungere i punteggi che le servono per qualificarsi).
  • Nell’ultima edizione, quella di Gold Coast, abbiamo visto competere Jade Faulkner, una ginnasta nigeriana che alle olimpiadi di Londra 2012 aveva gareggiato proprio nell’insieme britannico (la giovane atleta possiede entrambe le nazionalità).
  • Nell’edizione di Manchester 2002, la ritmica venne cancellata dai giochi e per questo motivo furono organizzate delle gare parallele a Slough (Londra) dove la squadra inglese vinse la maggior parte delle medaglie (sfortunatamente il miglior risultato inglese ad oggi ed in contemporanea inconsiderabile in quanto la competizione non fu inclusa ufficialmente nei giochi).

  

La ginnastica ritmica del Regno Unito ai Commonwealth Games

Una curiosità interessante dei giochi è senz’altro la partecipazione della Gran Bretagna non come Nazione unica (come succede nelle altre competizioni internazionali), ma suddivisa nei quattro stati che la compongono ovvero Inghilterra, Galles, Scozia ed Irlanda del Nord. Un’occasione in più per le ginnaste britanniche sulle quali adesso mi soffermo.

La Scozia purtroppo non sempre partecipa alle gare di ginnastica ritmica; anche quest’anno, nonostante la loro ginnasta di punta Louise Christie faccia parte della squadra nazionale della Gran Bretagna, ha reso i criteri di selezioni molto limitanti e permette la partecipazione solo di 4 partecipanti in totale tra tutte le discipline ginniche presenti ai Giochi. Al momento non ha ancora resi noti i nomi dei ginnasti convocati. Noi facciamo un grande in bocca al lupo a Louise che, con grande tenacia, ha continuato a lottare e per la prima volta è riuscita ad essere selezionata quest’anno per un evento importante, cioè gli Europei. Louise ha gareggiato a livello 4 fino a pochi anni fa, riuscendo a superare la selezione per la squadra nazionale solo nel 2019, cioè già da senior (ndr: ci sono 5 livelli in Gran Bretagna e per accedere al più alto ed essere eventualmente convocati in nazionale bisogna superare ogni anno un test fisico molto duro, cosa che limita ogni anno un gran numero di ginnaste). Nonostante il lungo lockdown e la rinuncia alle competizioni internazionali in periodo Covid, Louise non ha mollato e quest’anno ha raggiunto il suo picco superando nuovamente il test, rientrando nella squadra nazionale e addirittura riuscendo ad essere selezionata per gli Europei 2022. 

Il Galles è spesso la squadra da battere in quanto ha vinto la medaglia per team in diverse edizioni. Potrebbe presentare una buona squadra anche quest’anno grazie alle due ginnaste di punta, la veterana Gemme Frizelle (Gold Coast 2018, Mondiali 2018 ed Europei 2021) e la neo senior Elizabeth Popova (Mondiali junior 2019 e World Cup Sofia 2022), che potrebbero essere affiancate da Lauryn Carpenter (2004), Skyla Sims (2003) o Emily Cullen (2005). La partecipazione della squadra non è stata ancora confermata così come i nomi delle ginnaste scelte. 

L’Inghilterra punta al podio anche quest’anno ma si trova a faticare: la squadra nazionale inglese, dopo essere cresciuta notevolmente negli ultimi due anni, sembra aver una buona competizione interna ma soffre del ritiro di una delle veterane (Alida Bogdanova, classe 2003) dopo i mondiali 2021, dell’allontanamento (si spera temporaneo) di una giovane senior a causa di un brutto infortunio (Agnessa Pavlova, 2005) e dello stop temporaneo a causa di un infortunio di Saffron Severn (rientrata da poche settimane) e Leyla Yilmaz. La squadra rimane sostenuta da Marfa Ekimova (2005) e Alice Leaper (2003), rispettivamente prima e seconda nelle precedenti selezioni per i CMW seguite da Erin Macintosh (2006) ed Elisa Robinson (2004), rispettivamente 4^ e 5^. Nelle prime tre selezioni il bronzo è invece stato vinto dalla veterana Mimi Isabella Cesar (1995) che dopo un anno di pausa post Commonwealth 2018 ha ricominciato ad allenarsi e, nonostante non sia riuscita ad entrare nelle squadre nazionali (GBR e ENG), sta facendo il percorso di selezioni per i prossimi giochi di Birmingham, che peraltro è la sua città natale.

 

News e aggiornamenti

A poco più di un mese dall’apertura dei giochi alcune delegazioni hanno già annunciato le loro formazioni, non resta che aspettare e scoprire i nomi delle ginnaste che gareggeranno e augurare a tutte la più bella ed appagante esperienza! 

Per tutti gli aggiornamenti controllate il topic dedicato sul forum.

body ritmica

Rubriche

Eleonora Focus on 448
Quest’anno si svolgerà la ventiduesima edizione dei Commonwealth Game: la manifestazione sportiva che si celebra ogni 4 anni, che include 26 discipline sportive, 72 nazioni e più di 5000 atleti. Il Commonwealth delle nazioni o Commonwealth (acronimo CN) è un'organizzazione intergovernativa di 54...